0

Gusto e delicatezza: il pollo agli asparagi

0
0


Quando il caldo comincia a farsi sentire, non si ha proprio voglia di mettersi ai fornelli! E’ per questo che la cucina mediterranea prescrive, in primavera, piatti delicati e semplici da preparare ma in grado di “stuzzicare” il palato. La ricetta di oggi è light e saporita, ottima anche per chi tiene alla propria linea. Inoltre, con i pochi ingredienti previsti, basteranno davvero pochi minuti per gustare un secondo davvero invitante. Il sapore finale sarà agrodolce: la dolcezza del pollo, infatti, si sposerà alla perfezione con la ‘croccantezza’ degli asparagi.

 

Ingredienti (per 4 persone)

600, 800 gr di petto di pollo ruspante

500 gr di asparagi verdi

2 spicchi d’aglio

2 cucchiai d’olio extravergine di oliva

3 cucchiai d’aceto balsamico

un pizzico di mix di pepe (rosa, bianco, verde e nero) macinati

sale

sesamo (se volete) per decorare

 

Procedimento

Tagliate a dadini il petto di pollo, eliminando l’ossicino centrale e le parti dure o grasse. Mettetelo in una ciotolina e fatelo marinare per circa mezz’ora assieme a 2 cucchiai d’olio, l’aceto balsamico, gli spicchi d’aglio schiacciati, un pizzico di sale e il mix di pepe macinato.

Nel frattempo, tagliate l’estremità dura degli asparagi verdi. Divideteli a fettine in modo obliquo. Portate a ebollizione dell’acqua leggermente salata e sbollentate gli asparagi per 2 minuti. Scolateli e sciacquateli sotto l’acqua corrente fredda per mantenerli di un bel colore verde vivo e leggermente croccanti.

Scaldate molto bene una padella antiaderente larga, o un wok e, senza aggiungere nessun condimento, versate il pollo assieme alla sua marinata. Fatelo saltare per almeno 8 minuti fino a quando non sarà bello dorato. Aggiungete gli asparagi e proseguite la cottura per altri 4 minuti. Spegnete il fuoco ed eliminate l’aglio.

Impiattate il pollo agli asparagi e cospargetelo – se vi piacciono – con semi di sesamo. Servitele ben caldo.

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *