0

Risotto agli scampi, lime e zenzero: un primo da chef!

0
0


Cosa c’è di meglio, in questi giorni di gran caldo, che lasciarsi coccolare dalla delicata eleganza di un risotto estivo e fresco? Oggi proviamo a farne uno con scampi, zenzero, lime e vaniglia, dal gusto delicato ma saporito.

 

Ingredienti (per 4 persone)

 

30 gr riso Carnaroli

10 Scampi piccoli

8 gr Zenzero

1 Lime

2 stecche vaniglia

80 gr burro salato

20 cl vino rosato

1 scalogno

2 lt brodo vegetale

40 gr olio extravergine d’oliva

Sale rosa dell’Himalaya q.b.

 

 

 

Preparazione

Ammorbidite il burro a temperatura ambiente e grattate la buccia del lime. Amalgamate bene il tutto con una frusta e mettete in frigorifero per una decina di minuti.

Intanto, fate soffriggere in una casseruola lo scalogno finemente tritato e lasciatelo rosolare con 20 gr di olio extravergine di oliva.

Aggiungete il riso e fatelo tostare. Bagnatelo con il vino rosato, fatelo sfumare, aggiungete i baccelli di vaniglia aperti a metà e bagnate con il brodo vegetale.

Pulite gli scampi, tagliate le code a pezzi lasciandone 4 intere per la decorazione finale e fatele rosolare in una casseruola con il restante olio extravergine d’oliva. Aggiustate di sale.

A cottura quasi ultimata, aggiungete i pezzi di scampi dentro il risotto. Mantecate con il burro al lime e con lo zenzero tritato.

Impiattate il risotto e decorate con la coda di scampo intera, una fetta di lime e la stecca di vaniglia.

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *