0

Acque della salute, a ciascuno la sua

0
0


Acqua alleata di salute e bellezza. La natura ce l’ha donata perchè fosse amica delle funzioni vitali e della forma fisica. Priva assolutamente di calorie, aumenterebbe addirittura, secondo alcuni studi, del 30% il consumo metabolico. Berla e ingerirla attraverso frutta e verdura di stagione è una prescrizione inoppugnabile. Ci sono però acque diverse in commercio. Scopriamo il perchè.

 

 

Acqua in ogni forma: consigli pratici

 

 

Tutte le acque fanno bene è vero, ma in base alla loro composizione chimico-fisica, possono sortire specifici benefici. Gli specialisti di Farmacologia clinica e Idrologia ci forniscono le istruzioni.

Le acque minimamente mineralizzate, definite light, agevolano l’eliminazione dell’acido urico e dei prodotti di scarto del metabolismo, ci depurano e contrastano gli inestetismi della cellulite. In esse può infatti essere diluito il latte in polvere dei neonati.

Le oligominerali, con residuo fisso inferiore a 500 mg di sali per litro, sono importanti perchè stimolano la funzione renale facilitando l’espulsione di piccoli calcoli. Come le prime, vanno utilizzate nei nei primi mesi di vita di un bebè.

Le famose acque minerali hanno, come quelle con molti solfati, un effetto lassativo e risultano indicate per chi soffre di stipsi, affaticabilità, crampi e cefalea, grazie alla presenza notevole di magnesio. Quelle con più di 150 mg per litro di calcio sono un toccasana per ossa, denti e capelli.

Le acque ricche di bicarbonato, bevute durante il pasto, favoriscono la digestione, contrastando l’acidità gastrica. Sono indicate per chi ha patologie legate a fegato e bile.

Le acque con sodio sono da bandire se si è ipertesi, ma quelle fluorate prevengono la carie nei bambini. Restano le acque con oltre 1500 mg di sali per litro, particolarmente adatte per gli sportivi e per combattere, soprattutto d’estate, sudorazione e disidratazione. Ad ogni modo ognuno dovrebbe bere l’acqua giusta per le proprie esigenze, non di gusto ma di salute: esserne consapevoli è importante!

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *