Albinismo: candore come tratto distintivo

0
0


Bimbi albini dotati di singolare candore. Il bianco è la caratteristica peculiare di persone che nascono con pelle e capelli di questo colore, al di sopra della consuetudine comune. L’albinismo è una condizione genetica rara che spinge bimbi e genitori a lottare per il superamento del concetto di diversità.

 

Albinismo: il bianco colore della vita

 

L’albinismo (dal latino albus, “bianco”) è una anomalia congenita consistente nella totale o parziale deficienza di melanina nella pelle, nell’iride, coroide, in peli e capelli. Questo colore bianco è causato dall’assenza o da un difetto dell’enzima tirosinasi coinvolto appunto nella sintesi di melanina. L’albinismo è il risultato di un’ereditarietà autosomica recessiva.

I bimbi albini necessitano pertanto di alte protezioni solari in tutte le stagioni, ma tali condizioni di “assenza di colore”, sono spesso frutto di discriminazioni, per chi nasce avvolto da quest’aurea bianca. L’albinismo è una condizione genetica rara che riguarda una persona su ventimila e che provoca un difetto di pigmentazione con l’assenza più o meno completa della melanina nei tessuti. Il deficit di colore è totale e si associa a problemi visivi quasi sempre gravi. Gli albini subiscono infatti diminuzione dell’acuità visiva, strabismo, perdita della visione stereoscopica.

I bambini albini sono ipovedenti e spesso hanno difficoltà a scuola. La patologia procura loro difficoltà visive, con conseguenti problemi nella lettura e scrittura. Ne esistono quattro tipologie: l’albinismo si divide in albinismo totale, manifestazione patologica rara, caratterizzata da capelli bianchi o color giallo paglierino, pelle bianchissima ed occhi blu o grigi; albinismo parziale che coinvolge solo alcune parti del corpo, come una zona circoscritta della pelle o dei capelli; albinismo oculo cutaneo, più diffuso e visibile anche nella cute, ed albinismo oculare, con assenza di pigmento melanico nella retina.

A sostegno degli albini, sabato 9 aprile, è in programma a Milano la manifestazione White Umbrellas, che coinvolgerà tutta la città con laboratori teatrali al Parco Sempione e un giro per la città con gli ombrelli bianchi, da usare come tratto distintivo e protezione dai raggi UV, fino ad arrivare alle terrazze del Duomo. Gli ombrelli bianchi saranno simbolo di riconoscimento e protezione dal sole per gli albini che prenderanno parte all’iniziativa. Intanto per seguire l’evento, su Facebook e Twitter, è stato diffuso l’hashtag #WHITEUMBRELLAS.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *