0

Alghe marine, perché cominciare a mangiarle

0
0


La natura ci nutre e si sa. Una delle barriere da superare in fatto di cibo è l’introduzione nella nostra alimentazione delle alghe marine, che andrebbero mangiate almeno un paio di volte a settimana.

 

Alghe marine, mettiamole in tavola!

 

Conosciute già come cibo orientale (in alcuni paesi si mangiano normalmente), le alghe marine, in Italia, sono appannaggio solo dei più salutisti, che seguono una dieta “verde”, nonostante potrebbero essere il cibo del futuro collettivo! In vendita nei negozi biologici e nelle erboristerie, possono essere acquistate nella versione essiccata e diventano una sorta di spezia per insaporire le zuppe (solo dopo averle lasciate in ammollo), oppure si possono comperare fresche, nonostante sia difficile reperirle in giro.

In alcuni ristoranti giapponesi del nostro stivale è possibile mangiarle, ma anche i comuni negozi di alimentari delle grandi città, le hanno introdotte nei loro scaffali. Le alghe marine hanno un sapore dolce e delicato e di solito, si consumano come insalata, condite con sale, olio e limone.

Ottime da un punto di vista nutritivo, perchè contengono vitamine e sali minerali (come ferro, calcio e fosforo), grazie allo iodio, garantiscono un corretto funzionamento della tiroide. I naturopati non a caso consigliano di assumere le alghe, ovviando ad un problema di salute che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità coinvolge quasi un quinto della popolazione planetaria. Accantoniamo dunque il sale iodato e proviamo a mettere in tavola le alghe marine, anche a fine terapeutico.

Le alghe dovrebbero tranquillamente rientrare tra le comuni verdure. Dal colorito rosso, bianco, verde, bruno o blu, si possono cucinare in molti modi, anche creativi. Oltre alla classica insalata, possono essere fritte e impastellate o cotte con la pasta e ancora mangiate come verdura in zuppa. La bella notizia è che pur essendo ricche di proteine, hanno pochissimi grassi e calorie, per cui salvaguardano la linea!

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *