0

Alla New York Fashion Week per raccontare la violenza sulle donne

0
0

Acid attack survivor Reshma Bano of India walks the runway during the FTL Moda presentation at New York Fashion Week in New York, on September 8, 2016.    / AFP / TREVOR COLLENS        (Photo credit should read TREVOR COLLENS/AFP/Getty Images)

Acid attack survivor Reshma Bano of India walks the runway during the FTL Moda presentation at New York Fashion Week in New York, on September 8, 2016. / AFP / TREVOR COLLENS (Photo credit should read TREVOR COLLENS/AFP/Getty Images)

La settimana glamour della New York Fashion Week non si è ancora del tutto conclusa e lei, Reshma Qureshi, è sicuramente la modella più chiacchierata. Ha 19 anni e grinta da vendere la giovane ragazza indiana approdata sulle passerelle più ambite della moda e di lei si parla perché è lei a farlo per prima, raccontando la sua storia e quella di molte altre donne del suo paese. La storia di una vita sfregiata dall’acido e della voglia di ritrovare la spensieratezza della sua età. La storia di Reshma è come quella di altre donne indiane, lei sfregiata dal cognato per aver provato ad aiutare la sorella vittima di abusi e una vita segnata, ma solo in apparenza, perché la voglia di realizzare i suoi sogni Reshma non l’ha mai abbandonata. E così è volata a New York per sfilare alla settimana della moda, un po’ per realizzare un sogno e in gran parte per mostrare la diversità nella bellezza e per denunciare ancora una volta al mondo intero la violenza sulle donne: “È la prima volta che sfilo su una passerella ad una sfilata di moda, quindi mi sento alla grande. Ma non l’ho fatto solo per me stessa ma anche tutte le sopravvissute agli attacchi di acido”.

 

 

“Essere sfregiata dall’acido non è una colpa”

 

 

Per colpa di quella aggressione Reshma ha il volto bruciato e ha perso un occhio, ma non si è mai arresa. Dopo aver incontrato la fondatrice di Make Love Not Scars, organizzazione che in India aiuta le donne nella riabilitazione a seguito di un attacco con l’acido, ne è diventata portavoce “Essere sfregiata dall’acido non è una colpa, abbiamo diritto ad avere ancora una vita normale ed essere felici” ha raccontato alla stampa USA, promuovendo la campagna #EndAcidSale che chiede di vietare la vendita di acido. Reshma è anche una “vlogger” e nei suoi tutorial di You Tube tra un consiglio di bellezza e l’altro discute di violenza contro le donne; “Avete visto com’è facile applicare l’eyeliner? Pensate che un flaconcino costa 100 rupie e che una bottiglia di acido concentrato ne costa solo 30”, non è solo una questione di tutorial.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *