0

Angela Merkel: “No al burqa e a qualsiasi velo islamico”

0
0


Angela Merkel si esprime sul velo islamico. Ad Essen durante il congresso, la cancelliera ribadisce l’importanza di comunicare ai musulmani che in Germania la sharia non contaminerà il diritto tedesco.

 

 

Angela Merkel contro il burqa

 

 

La cancelliera tedesca dice “no” a burqa, niqab e qualsiasi velo islamico che copra il volto delle donne. Sostiene vada proibito. Alle soglie della quarta candidatura alla guida della Germania, Angela ribadisce anche che un terzo dei profughi arrivati nel paese dovrà tornare indietro in quanto non risultano veri perseguitati.

In modo blando, senza creare sconquasso, Angela, leader per la nona volta del partito cristiano-democratico tedesco (Cdu), rieletta presidente della Cdu con l’89,5% dei voti dei quasi mille delegati, continua a preoccuparsi delle sorti della sua Germania. “Voglio servire la Germania”, ribadisce l’Iron Lady, guadagnandosi un applauso interminabile. L’ovazione scatta quando successivamente Angela parla del burqa: “L’occultamento totale del viso delle donne da noi non è opportuno, dovrebbe essere vietato dovunque sia possibile giuridicamente. Non ci appartiene”.

La Merkel si appella al senso del diritto e della dignità collettiva, ribadendo: “La base della nostra convivenza e il nostro diritto ha la preminenza su regole di stirpe e di famiglia, e sulla sharia. Questo deve essere detto molto chiaramente”.

Cambia anche il punto di vista della cancelliera sulla questione profughi. Angela prospetta rimpatri di centinaia di migliaia di persone. La loro condizione, definita non di emergenza, deve consentire di aiutare chi realmente ha bisogno: “Non tutti i quasi 900 mila profughi entrati l’anno scorso possono rimanere e rimarranno. In circa il 35% dei casi si tratta di persone che non hanno alcun diritto di restare e quindi dovranno lasciare il nostro paese. Solo così avremo la forza per aiutare gli altri”. La cancelliera tedesca accoglie le istanze di un’ Europa intera e al congresso, da vera leader, fa sentire la sua voce!

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *