Home Eventi Arturo Brachetti, il re dei trasformisti al Palapartenope di Napoli
http://www.bing.com/videos/search?q=solo+arturo+brachetti+youtube&qpvt=solo+arturo+brachetti+youtube&view=detail&mid=A5651093718F09C40193A5651093718F09C40193&FORM=VRDGAR
0

Arturo Brachetti, il re dei trasformisti al Palapartenope di Napoli

0
0


Approda a Napoli con il suo spettacolo ‘Solo’, Arturo Brachetti. Da one show man, il re dei trasformisti farà prendere vita ai suoi personaggi partendo da una casetta che prenderà vita virtualmente, diventando set di sogni, fiabe e magia. Dal 17 al 19 febbraio, al Teatro Palapartenope, l’illusionismo terrà gli spettatori col fiato sospeso e un interrogativo a portata di mano.

 

 

Arturo Brachetti e la sua casa delle idee

 

 

Arturo Brachetti porta in scena la magia e ribadisce: “E’ stato molto difficile trovare le cose che succedono quando non sono in scena in ‘Solo’. Abbiamo inventato una storia surrealista di una casa che è in scena, si muove quando non sono sul palco e un ragazzo con la go prof 5 gira per le stanze e mi porta nei vari ambienti della casa come quello del bisogno o del tempo per esempio”.

Lo spettacolo che approda a Napoli è pieno di un uso della tecnologia abbastanza elevato. Contributi realizzati con video mapping, laser, macchine sceniche, effetti speciali e musiche in sintonia con tutto l’apparato scenico, faranno da coronamento alla bravura di un trasformista di fama internazionale.

Con Brachetti lavorano impercettibilmente 6o persone dietro le quinte. Non mancherà poesia in scena, capace di nascere dal nulla dei silenzi, fino ad essere ispirata dai grandi effetti. Ogni cambio di vestito vedrà due o tre persone “gettarsi” segretamente su Brachetti, proprio come fa lo staff che lavora al cambio gomma della Ferrari. Il paragone di Mr illusionista è più che pertinente, visto che si trasformerà in pochi secondi, senza che alcuno si accorga della difficoltà fisica del suo lavoro.

Un’organizzazione all’americana, fatta di perfetta alternanza di quadri scenici e personaggi, darà soddisfazione alle alte aspettative del pubblico che Arturo sicuramente non deluderà.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *