0

Ballo: il benessere femminile è a ritmo di musica

0
0


Hai mai guardato una persona che danza? Cosa accade? Ti sei mai osservato mentre balli? Cosa accade? La danza sembra essere uno dei metodi più profondi per entrare in armonia con sé stessi; mentre danzi, corpo, mente e anima sono in armonia. La danza è una delle cose più spirituali che esistono. Se danzi davvero non puoi pensare; se danzi davvero il corpo viene usato in maniera così profonda che tutta la tua energia diventa fluida ( Osho).

 

Danza: un modo per stare bene con se stessi e con gli altri

 

La danza rappresenta un’attività psicofisica che ha maggiori potenzialità rigeneratrici al fine di promuovere salute, benessere e consapevolezza di sé. Uno  strumento di benessere psicologico in quanto agisce, come evidenziato dagli studi, contemporaneamente su diverse componenti: individuale, relazionale, sociale.

La componente individuale è a sua volta costituita da più livelli: neurologico e dei processi cognitivi, psicologico, fisico.

A livello neurologico, ballare determina un incremento delle capacità cognitive nel complesso: l’apprendimento delle sequenze dei passi favorirebbe lo sviluppo delle capacità di memoria, attenzione e concentrazione.

A livello psicologico e sociale? Ballare è comunicare, esprimere quello che si ha dentro, pensieri, sentimenti, seduzione, emozioni. Proprio per questo, si è visto che ballare aiuta a combattere lo stress e a diminuire l’ansia.

Quando balliamo, il nostro cervello produce endorfine, le sostanze che danno benessere ed euforia.

Attraverso il movimento si dà la possibilità a parti del corpo e di noi stessi di esprimersi. I gesti ripetitivi della danza e la concentrazione per eseguirli possono aiutare una mente riempita dallo stress giornaliero a “lasciarsi andare” per un momento e rilassarsi.

Ballare incrementa, inoltre, l’autostima. Attraverso il movimento possiamo esprimere ed incontrare altri aspetti di noi, accoglierli e integrarli, abituandoci ad un atteggiamento di accettazione e amore per noi stessi.

Nel ballo vi è occasione di scambio e confronto reciproco, che potenziano le abilità sociali.

A livello fisico, infine, muoversi migliora la coordinazione, la tonicità muscolare e la postura; viene potenziato il funzionamento dell’apparato cardiovascolare e polmonare; si perfeziona l’integrazione tra mente e corpo.

Quali balli preferire, allora? “Salsa, merengue e mango sono balli caratterizzati dall’allegria, dal ritmo frizzante e dalla sensualità e apportano  moltissimi benefici per la salute”spiega il maestro Ivano Esposito -. “Ballare si traduce nel fare movimento e quindi in tutto ciò che di salutare questo comporta. Tra i benefici per la salute delle danze caraibiche, c’è quello di correggere la postura mentre si tonifica e modella il corpo. Muoversi a tempo di musica provoca un dispendio energetico, aiutando a mantenere il peso forma. I movimenti fanno lavorare i muscoli in modo sottile ma intenso, modellando  il tono muscolare di gambe, glutei e addominali. L’ efficienza di cuore e polmoni migliora, si sviluppa resistenza, elasticità muscolare e mobilità delle articolazioni”.

Dunque, non è importante che tipo di danza si sceglie ma è fondamentale la costanza: si tratta di impegnarsi ad una frequenza regolare sotto la guida di un insegnante esperto che, oltre agli errori di esecuzione, sia in grado di segnalare anche quelli di postura. Al di là degli aspetti ludici, ballare aiuta a mantenere o recuperare benessere fisico e psichico, rappresentando una vera e propria terapia antistress.

 

 

Raffaella Manzo Psicologa-psicoterapeuta e docente a contratto presso l'Università del Molise, intreccia vari interessi nella clinica, nella formazione e nella ricerca.Lavora come libera professionista occupandosi, tra l'altro, di crescita personale. Innamorata della professione, nel (poco) tempo libero le piace viaggiare, leggere e tutto ciò che è legato alla creatività.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *