0

Bambini di età Romana, più precoci della generazione attuale

0
0


Roma Caput Mundi in ogni senso. A quanto pare i bambini dell’impero romano risultavano precoci rispetto agli infanti attuali. Lo rivela l’analisi di 18 denti da latte esaminati da un team di ricercatori su resti di neonati sepolti nel II secolo dopo Cristo nella necropoli di Velia, vicino Salerno.

Evoluzione neonatale, la scoperta sul II secolo d.C.

 

 

I biologi dell’università Sapienza di Roma in collaborazione con il Museo delle Civiltà di Roma, l’Università di Tolosa III e l’University College di Londra, studiano l’evoluzione neonatale dall’Antica Roma fino ai giorni nostri.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Plos One, attesta l’importanza dei denti quali archivio per la storia di un individuo. I denti da latte che si formano già a partire dal terzo mese di gestazione, segnano l’evoluzione dello sviluppo intrauterino, come momento basico per la ricaduta successiva sulla salute in età adulta. I denti diventano dunque una ‘macchina del tempo’ biologica e vengono esaminati per apposizione di strati successivi di smalto, che generano anelli di accrescimento simili a quelli dei tronchi degli alberi.

L’analisi sui 18 incisivi appartenenti a neonati deceduti entro i sei mesi d’età nell’Antica Roma, attesta se la gravidanza all’epoca è stata complicata, se il bimbo è nato prematuro o se è morto subito dopo la nascita. I dati statistici fondati sul tasso medio di crescita dei denti da latte delle popolazioni archeologiche, confrontati con i tassi di crescita dei bambini di epoche moderne, testimoniano come in era pre-industriale i bimbi dell’impero romano crescessero meglio e più in fretta. Ulteriori studi restano in atto per scoprire come e perchè i piccoli del grande impero fossero così precoci, nonostante l’assenza di elementi tipici delle civiltà evolute, atti a favorire sviluppo.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *