riccione%20anni%2060
marilyn-monroe-1950s_oggetto_editoriale_720x600
l43-marilyn-monroe-110927101711_big
l43-brigitte-bardot-bikini-110606193503_big
Bikini
Micheline-Bernardini-wearing-the-first-bikini-1946-3
Moda-mare-2016-Costumi-da-bagno-di-tendenza
maxresdefault
costumi-indah-2016
Costumi-estate-2016-SHE-collezione-bikini-interi-e-trikini-FOTO
costumi-da-bagno-goldenpoint
Calzedonia-bikini-fascia-2016
bikini-multicolor
24755572e48b00933c-Bikini-con-slip-a-vita-alta-Moda-Costumi-da-bagno-Estate-2016
thT9E0RZ6S

Bikini, 70 anni portati bene

0
0


Intramontabile Bikini! Settant’anni dopo la sua invenzione, spopola ancora sulle spiagge di mezzo mondo. L’indumento perfetto per esaltare le curve femminili ha fatto la storia della moda grazie a un ingegnere francese, Louis Reard, che lo ha ideato. Il 5 luglio del 1946 il costume da bagno fu presentato recando il nome di un atollo su cui era stata testata una bomba atomica.

 

Bikini: la rivoluzione della moda

 

La creazione del bikini ha cambiato il modo di presentarsi in spiaggia delle donne. Il due pezzi in realtà esisteva già nell’antica Roma, dove le danzatrici erano solite indossare due drappi di tessuto; fu, poi, l’austerity economica ed il razionamento delle risorse della Seconda Guerra Mondiale negli Stati Uniti che portò all’introduzione di costumi più succinti.

L’invenzione di Reard fece scalpore all’epoca tanto che, di lì a poco, alcune concorrenti di Miss America lo indossarono durante un concorso di bellezza e furono squalificate. In Europa, però, Brigitte Bardot spopolava al Festival di Cannes mostrando in spiaggia un reggiseno a balconcino con slip ridottissimo. Il due pezzi divenne famoso!

Oggi il bikini è meno casto, più seducente nei modelli, multicolor. Ritornano le versioni hippie anni ’60 o pin-up degli anni ’50. Quanto ai decori e alle stampe della moda mare 2016, trionfano i motivi floreali, seguiti da ricami e pizzi crochet. Ultime in classifica restano le versioni in denim o animalier. Insomma, in 70 anni il costume a due pezzi non ha conosciuto crisi, si è evoluto con successo divenendo capo cult estivo.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *