0

Bimbo a bordo: le regole da seguire per la sicurezza stradale

0
0


Bimbo a bordo. Il trasporto dei figli in auto è importante e da salvaguardare. Pochi sanno che ad esempio è obbligatorio portare via il bambino dall’ospedale con lovetto, ma molte mamme in macchina usano la navetta, che risulta più sicura per il neonato. Cosa dice a riguardo il Codice della Strada?

 

Bimbo a bordo: come trasportarlo in sicurezza

 

La tecnologia viene in aiuto alle mamme e crea dispositivi di trasporto per i piccoli, efficienti e alla moda. La navetta, riservata per i viaggi lunghi, tutelando lo sviluppo scheletrico del piccolo, infonde sicurezza a mamma e bambino.

L’ovetto è ideale invece per tutti gli spostamenti brevi, perchè la posizione è più sicura in caso di impatto. Con la navetta infatti il neonato non ha la testa protetta dallo sballottolamento laterale.

La Polizia Stradale ha diffuso le regole adatte da seguire per il trasporto di bimbi a bordo. Su un veicolo dotato di cinture di sicurezza è obbligatorio, nel caso di trasporto di bambini, adottare i sistemi di ritenuta idonei (seggiolini o adattatori).

Seggiolini e adattatori dovrebbero essere usati fin dai primi giorni di vita, scegliendo in base al peso del bimbo. Il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall’articolo 172 del codice della strada e prevede che i dispositivi di ritenuta siano obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 36 chili di peso del piccolo: fino a 18 kg si possono usare solo i seggiolini, oltre questo peso si possono usare anche gli adattatori.

Fino a 9 chili di peso il bimbo deve essere trasportato in senso contrario alla marcia dell’auto. Il posto più adatto è al centro del sedile posteriore, per proteggerlo da eventuali urti laterali. Dai 10 chili in poi, si può sistemare il seggiolino in senso di marcia.

Seggiolino o adattatore devono essere omologati e fissati quasi sempre con le cinture di sicurezza del veicolo. Secondo le nuove normative europee i dispositivi di ritenuta sono suddivisi in 5 gruppi, seguendo la crescita del piccolo, per dargli sicurezza e stabilità.

Il gruppo ‘ 0’e ‘0+’ è per bambini di peso inferiore ai 10 kg. Va montato in senso contrario a quello di marcia o in avanti se il bambino pesa almeno 6 kg. Il gruppo ‘1’ è per bimbi di peso compreso tra 9 kg e 18 kg, e prevede dispositivi montati nel senso di marcia, fissati con la cintura di sicurezza del veicolo.

Per il gruppo ‘2’ si contempla un peso compreso tra i 15 e i 25 kg. I dispositivi sono dotati di cuscini con braccioli omologati, mentre nel gruppo ‘3’, riservato ai piccoli tra i tra 22 e 36 kg, si usano cuscini senza braccioli da fissare sul sedile del veicolo per aumentare, da seduto, la statura del bambino, permettendo così di agganciarlo alle cinture di sicurezza.

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *