23315867_10212687441333712_213408215_n
23315867_10212687441333712_213408215_n
23316182_10212687440973703_2090715182_n
23316495_10212696597842619_5154706048282013095_n
23319187_10212694218383134_1703599377456403522_n
23361033_10212687440653695_115863355_n
23361161_10212687440813699_1358540401_n
0

Bruno Caruso, opulenza e ricercatezza per la collezione ‘Je T’aime’

0
0


Bruno Caruso taglia il traguardo dei 27 anni di carriera e lo fa naturalmente con un successo senza precedenti. Il defilè della collezione 2018 Je T’aime di haute couture ha visto lo stilista napoletano circondato da oltre 500 ospiti noti, pronti alla standing ovation nella location del Grand Hotel Excelsior di Napoli.

In passerella 35 abiti da sera, cerimonia e sposa, hanno coniugato la raffinata lavorazione sartoriale con le nuove tendenze della moda.

 

Je T’aime, sartoria e ricami per il couturier Bruno Caruso

 

E’ l’ennesima collezione da sogno firmata Bruno Caruso. Dotata di un imprinting incancellabile, che mette in mostra abiti con ricami reinventati e classici, coniugati da linee moderne e intremontabili. Nuovi tessuti, rigorosamente cuciti a mano, giocano su alternanza di migliaia di paiette e piccoli cristalli; trasparenze e piume per garantire effetti scintillanti. Non si sottraggono a questo stile neppure le borse o le estrose pochette dalle forme originali, seguite da spille e preziosi alamari che chiudono le giacche e decorano le acconciature.

La meravigliosa sala degli Specchi e delle Colonne dell’ Hotel Excelsior, allestita per l’occasione da una scenografia creata da Cinzia D’Onofrio, interior designer e founder dell’azienda Il Fregio, ha salutato la presenza di stampa e appassionati di moda. Da Parigi sono arrivanti anche Amy Bello, l’imprenditrice nigeriana propietaria del ristorante parigino “African Lounge”, la figlia del Ministro dell’informazione e cultura della Costa d’Avorio. Da Milano sono accorse ad applaudire Mr. Caruso, Giovanna Roveda, Giovanni Sparacio, Cira Lombardo, l’attrice napoletana Pasqualina Sanna, il giornalista Lorenzo Crea, ma anche tanti imprenditori come il milanese Gianfranco Cano.

Lo stylist più chic del wedding design pensa ancora una volta ad interpretare i gusti delle spose e delle invitate del futuro, che desiderano ammaliare con classe ed estrema femminilità.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *