0

Carla Ilenia Caiazzo, confermati 18 anni di carcere per l’uomo che le diede fuoco

0
0


Diede fuoco all’ex compagna incinta, Carla Ilenia Caiazzo. Paolo Pietropaolo viene condannato in primo grado a 18 anni di carcere. A ribadirlo è la Corte d’Appello del Tribunale di Napoli.

 

 

Carla Caiazzo, l’attesa della sentenza

 

 

Il 23 novembre del 2016, Paolo Pietropaolo, l’uomo di 40 anni che il primo febbraio dello stesso anno, a Pozzuoli (Napoli) diede fuoco alla ex compagna incinta, Carla Ilenia Caiazzo, ricevette la prima sentenza, ora confermata.

La donna attendeva con trepidazione cosa sarebbe accaduto a distanza di un anno. Nella sua abitazione è rimasta in attesa della sentenza. Secondo quanto dichiarato dall’avvocato Maurizio Zuccaro, avrebbe voluto essere presente in aula. Purtroppo la Caiazzo venerdì scorso si è sottoposta all’ennesimo intervento chirurgico, per porre rimedio alle ferite infertele da Pietropaolo. E’ il 53esimo cui si è sottoposta, nella speranza di ritrovare serenità.

Il legale dell’uomo, Gennaro Razzino, commenta: “Mi aspettavo un trattamento meno severo, che potesse essere riformata la pena. Leggerò la motivazione per poi valutare se presentare ricorso in Cassazione”.

Colpo di scena in aula: durante l’udienza è apparso un Paolo Pietropaolo diverso, che ha preso la parola e chiesto scusa a Carla, alla figlia, e alla donne in genere. L’avvenimento riferito alla vittima da Zuccaro, è stato così liquidato dalla donna: “E’ un gesto che non merita commenti”.

Sono parole eloquenti, come quelle che la vittima pronunciò nel 2016 mentre  ricordava nei momenti di dolore, come l’uomo ridesse mentre tentava di darle fuoco. Sul sorriso si è incentrata tutta la battaglia mediatica di Carla. Nelle prime uscite pubbliche la donna ribadì: “Io rido ancora”, un messaggio di speranza, diventato  anche il nome dell’associazione  fondata per aiutare le donne in difficoltà.

Paolo Pietropaolo allora sogghignò: “Ridi ancora…”, un messaggio a quanto pare ritrattato dopo l’ultima sentenza.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *