0

Casalinghe in calo, donne a lavoro per aiutare la famiglia

0
0


Calo netto di casalinghe in Italia. Nel 2016 sono 518 mila in meno rispetto a 10 anni fa. La maggior parte di esse si aggirano su una media di 60 anni. Attualmente nel nostro Paese ad occuparsi delle faccende domestiche sono 7 milioni 338 mila donne.

 

 

Casalinghe in Italia, dubbio tra casa e lavoro

 

 

Potremmo parlare di povertà assoluta delle casalinghe nostrane. A rilevarlo è l’Istat nel report “Le casalinghe in Italia”, secondo cui 700mila donne vivono in penuria economica. Le anziane di 65 anni e più superano i 3 milioni e rappresentano il 40,9% del totale, quelle più giovani (fino a 34 anni) sono meno di una su dieci, l’8,5%.

L’alta concentrazione di casalinghe la si ritrova soprattutto nel Centro-Sud (63,8%); lavorano tra le mura domestiche quasi 49 ore a settimana, per una media di 2.539 ore l’anno. Per l’Istat effettuano complessivamente 50 miliardi e 694 milioni delle ore di produzione familiare l’anno. Sono altamente produttive per la famiglia, ma hanno il borsellino pieno di ragnatele! E’ per questo che metà di esse scelgono di svolgere un lavoro part-time ed aiutare il nucleo familiare. Accade però che nonostante si mettano in cerca di lavoro, secondo i dati Istat, in moltr non lo trovano.

Dai 35 ai 44 anni scatta nelle casalinghe d’Italia il desiderio di contribuire ai bisogni della famiglia, mentre le giovani donne tra i 15-23 anni che non cercano occupazione, sono costrette a restare a casa per questioni di natura familiare nel 73% dei casi.

Una giovane casalinga su cinque si ritrova a vivere in povertà assoluta, soprattutto dal 2015 ad oggi. Il 9,3 % delle donne dello stivale non possiede infatti un reddito sufficiente a garantirsi l’acquisto di beni e servizi che rendano la sua quotidianità soddisfacente. Da qui l’esigenza di mettere da parte secchio, guanti e canovacci, per recarsi sui luoghi di lavoro.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *