0

A Chicago i parrucchieri impareranno a riconoscere le vittime di violenza

0
0

Domestic Violence

Domestic Violence

Pensate alle donne dal parrucchiere, cosa vi viene in mente? Donne che si raccontano, che spettegolano e che a volte confessano quelle storie di dolore e violenza che si consumano tra le mura domestiche.

A Chicago parrucchieri ed estetiste seguiranno corsi per riconoscere le vittime di violenza.

La Capitale dell’Illinois oltre ad essere una delle metropoli più conosciute e belle degli States porta dietro di sé, purtroppo, anche il primato di essere una delle città più violente degli USA. Un recente sondaggio anonimo ha rivelato che ben il 72% delle donne della città è stata vittima di violenza fra le mura domestiche.

Per questo motivo, e perché dal parrucchiere si racconta proprio di tutto, Chicago è la prima città statunitense ad “arruolare” i saloni di bellezza come avamposto per riconoscere i casi di violenza. I corsi saranno obbligatori, ma parrucchieri ed estetiste non saranno invece obbligati a denunciare. Il loro compito, più che altro, è di consigliare le proprie clienti, indirizzarle verso avvocati e centri di assistenza.

 

 

Non solo Chicago

 

 

Dal prossimo gennaio tutti i centri di bellezza di Chicago e dintorni saranno quindi obbligati a seguire i corsi che permetteranno al personale di riconoscere i segni di abusi e maltrattamenti, ma soprattutto imparare come comportarsi in questi casi. Il loro compito sarà soprattutto quello di continuare a fare quello che hanno sempre rappresentato, cioè lasciare e magari invogliare le donne a confidarsi e di conseguenza dire loro dove possono trovare aiuto; rifugi, avvocati gratuiti, come chiedere ordinanze restrittive.

Le lezioni di questi corsi si ripeteranno ogni due anni e completarli sarà un requisito per poter poi rinnovare la licenza degli esercizi commerciali. Dopo un primo momento di esitazione, l’associazione di categoria ha accolto con favore l’iniziativa. Nello stato dell’Illinois ci sono circa 88mila saloni di bellezza e questa iniziativa può essere veramente di aiuto.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *