0

Cina: sì al secondo figlio, revocato l’obbligo del figlio unico

0
0


Le famiglie cinesi si allargano. Il consenso al secondo figlio, arriva dall’ Assemblea Nazionale del popolo, organo legislativo cinese, che consente finalmente alle coppie di mettere al mondo un secondo bambino, abolendo così l’obbligo del figlio unico, varato nel 1979 e durato per ben 35 anni.

 

Coppie cinesi: ‘si’ al diritto al secondo figlio

 

Rivoluzione e cambiamento in Cina. Dal 1 gennaio 2016, le famiglie cinesi potranno allargarsi, pensando di mettere al mondo un secondo bambino. La decisione incrementerà demograficamente il Paese, garantendo la presenza futura sul territorio, di altri 30 milioni di lavoratori.

La decisione attesa dal 29 ottobre scorso, diventa ora ufficiale. Il comitato centrale comunista aveva dichiarato: “La Cina applicherà  pienamente una politica che consentirà  alle coppie di avere due figli, in risposta all’invecchiamento della popolazione”.

Gli aborti forzati e selettivi di genere (le coppie sceglievano di avere un figlio maschio in luogo di una femmina), compiuti nel Paese per garantire fino ad ora la presenza del figlio unico per ogni unità familiare, si spera saranno contenuti.

L’Assemblea Nazionale del popolo, ha anche approvato a maggioranza la prima legge contro le violenze domestiche, garantendo protezione legale alle vittime di abusi fisici, verbali e di limitazione delle libertà delle donne.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *