0

‘Com’è giusto che sia’, intenso thriller al femminile firmato Marina Di Guardo

0
0


Prolifera la scrittura al femminile ed arriva a Napoli la scrittrice Marina Di Guardo, per presentare il suo ultimo lavoro ‘Com’è giusto che sia’. Nella location ‘Spazio Nea’ di via Costantinopoli 53, l’autrice presenta il 9 giugno dalle ore 18.00, il thriller edito da Mondadori.

Lettrice d’eccezione per un giorno, l’attrice teatrale Rossella Amato che sarà la voce di Dalia, ragazza di vent’anni abbandonata dal padre prima della nascita, cresciuta dalla madre in completa solitudine.

 

 

Letteratura rosa: la parola a Marina Di Guardo

 

 

Marina Di Guardo racconta delle donne, del loro senso di solitudine, oltre che della violenza subìta. Insieme alla moderatrice Valentina Castellano, l’autrice descrive i soprusi di genere, attraverso i ricordi di una figlia che ha assistito ai maltrattamenti della madre.

Delia vive tormentata dagli incubi ricorrenti, nel desiderio di riscatto e vendetta insopprimibile. Nonostante sia una studentessa in medicina, non riesce a darsi pace per ciò a cui ha assistito durante la sua infanzia, così cerca di fare volontariato in un centro per donne vittime di violenza, col pensiero di “placare” le sue convinzioni sugli uomini, aiutando altre mogli e amanti ad uscire da una condizione di inferiorità davanti al mondo maschile.

Da questo percorso la protagonista esce ancora più deflagrata, convinta che gli uomini siano tutti carnefici e decide di diventare “eroina vendicatrice” delle donne che ha aiutato, compresa la madre. Riscatta tutte le donne abusate, diventando una nuova Delia, corrotta dal dolore.

La Di Guardo esplora il lato oscuro dell’animo femminile segnato per sempre dalla violenza maschile. Con un tratto di scrittura imprevedibile fino alla fine, tale da indurre il lettore alla sospensione di giudizio, denuncia la violenza sulle donne dando la parola non alle vittime (come spesso accade), ma ai figli della colpa del “troppo amore malato”.

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *