Come mantenere l’abbronzatura dopo le ferie?

0
0


L’estate non è ancora ufficialmente finita, ma la maggior parte di noi ha già archiviato le ferie e dopo aver faticosamente ottenuto una bella abbronzatura il pensiero comune è uno: come farla durare il più possibile prima del lungo pallidume invernale?  Purtroppo, a meno che non continuiate ad esporvi costantemente al sole o ricorriate ad autoabbronzanti o lampade UV il colorito tenderà a schiarirsi, ma è comunque possibile utilizzare qualche piccolo trucco per mantenerlo più a lungo ed evitare che vada subito via.

 

 

S.o.s abbronzatura: come farla durare dopo le vacanze?

 

 

1) Idratazione: mantenete la pelle idratata non solo tramite una buona crema ( anche se non siete più in spiaggia continuate ad utilizzare ogni giorno la crema doposole, che spesso contiene particelle che attivano la produzione di melanina) ma anche tramite l’alimentazione. Bevete sempre abbondantemente non solo acqua, ma anche succhi di frutta ( ottimi quelli Ace) e cercate di mangiare tanta frutta e verdura a pasta arancione come carote, albicocche, pesche e meloni.

2) Scrub: un falso mito sull’abbronzatura dice che con gli scrub il colorito “ si stacca”. In parte è vero, lo scrub rimuove le cellule morte  e quindi fa emergere gli strati “nuovi” e quindi non abbronzati della pelle. Se però lo scrub viene fatto regolarmente e con prodotti non troppo aggressivi la sua azione sarà quella di mantenere l’abbronzatura. Il continuo ricambio cellulare favorisce un colorito omogeneo e luminoso, evita l’antiestetico cambio di pelle e le macchie di colore. Ovviamente, dopo ogni scrub applicate sempre una buona dose di crema idratante.

3) Preferite la doccia: più ci si espone all’acqua, più la pelle si “raggrinzisce” a causa dell’umidità e tende a desquamarsi. Ciò ovviamente non significa che bisogna lavarsi poco, ma che al posto di un bagno caldo lungo un’ora dovreste fare una doccia veloce, con acqua tiepida e non troppo calda.

4) Attenzione alla depilazione: ovviamente non dovete far invidia ad un Orso Marsicano, ma semplicemente adottare altri metodi. Innanzitutto rinunciate alle creme depilatorie, che intaccano la cheratina della pelle e tolgono l’abbronzatura molto più velocemente rispetto agli altri metodi depilatori. Anche la depilazione con la cera a caldo non aiuta a mantenere la tintarella, ma in questo caso si può cospargere la zona da depilare con una buona dose di borotalco, che “proteggerà” la pelle facendo in modo che la cera si attacchi solo al pelo. Se proprio non volete correre rischi però, almeno per qualche volta, ricorrete al rasoio!

5) Viso: Il viso è una delle zone più delicate del nostro corpo e come tale ha bisogno sia di una maggiore protezione durante l’esposizione solare sia di una maggiore cura dopo le vacanze. Utilizzate detergenti delicati e fate una maschera idratante almeno una volta a settimana. Alla routine della maschera settimanale associate anche uno scrub delicato, che rimuoverà le cellule morte e favorirà un colorito omogeneo, luminoso e duraturo. Infine, ricordate che maggiore è il grado di sensibilità della pelle e maggiore è lo “stress” che le causa l’esposizione solare.

Martina Mattone Ha più di vent’anni, ma meno di trenta. Laureata in Lettere e specializzanda in filologia moderna è appassionata di moda e bellezza. Intollerante al lattosio e al genere umano (anche se a volte cade in tentazione e coglie il lato romantico delle cose). Crede fermamente nella vita e nel fatto che, come successo a Cenerentola, un paio di scarpe possano cambiartela.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *