Come truccarsi con gli occhiali?

0
0


Come truccarsi con gli occhiali? Gli occhiali da  vista sono sempre più un vero e proprio accessorio e anche moltissime case di moda ne hanno ideato modelli particolari e preziosi. Come truccarsi però per evitare di “perdere” gli occhi dietro le lenti? Non è difficile truccare gli occhi quando si indossano gli occhiali, ma occorre qualche piccola attenzione in più per far risaltare lo sguardo e non farlo passare in secondo piano rispetto al resto del viso.

 

A ogni difetto il suo trucco!

Innanzitutto quando scegliete un paio di occhiali fate sempre attenzione alla montatura. Non lasciatevi tentare troppo dalle mode e state sempre attente a scegliere un modello che vi stia realmente bene sul viso. Stesso discorso per i colori, nonostante quelli ultra colorati siano bellissimi, se li indossate tutti i giorni e non sono da riposo, sarebbe meglio optare per dei colori neutri che non “stanchino” e siano più armoniosi con la vostra carnagione e con il colore degli occhi.

Un primo lato negativo degli occhiali è che mettono in evidenza borse ed occhiaie. Coprire queste imperfezioni è quindi importantissimo. Se sono molto accentuate scegliete un correttore in crema aranciato che picchietterete sulla zona scura ( se non avete particolari problemi di occhiaie uno liquido e più leggero andrà benissimo) e subito dopo, applicate un tocco di illuminante in crema nell’angolo interno dell’occhio ( che è la parte più scura del viso. Gli occhiali tendono inoltre a mettere in primo piano le sopracciglia, quindi oltre a prendervene cura eliminando di tanto in tanto i peletti in più, quando vi truccate dedicate tempo anche a loro. Con un ombretto opaco simile al vostro colore naturale o una matita riempite i “buchetti” e armonizzate la forma del sopracciglio, senza renderla troppo artificiale. Fissate il tutto con un mascara per sopracciglia e infine applicate un tocco d’illuminante sotto l’arcata sopracciliare.

Se siete miopi  le lenti correttive tenderanno a rendere l’occhio più piccolo, quindi la parola d’ordine sarà : ingrandire! Utilizzate  un ombretto satinato o opaco color champagne, avorio o crema da stendere su tutta la palpebra mobile per avere immediatamente un effetto luminoso. Ricordate che gli ombretti scuri tendono a rimpicciolire ulteriormente l’occhio, quindi per dare tridimensionalità al trucco andrà benissimo un color tortora o un grigio non troppo scuro, da sfumare dall’angolo esterno dell’occhio fino a metà. Benissimo eyeliner e matita, purché stesi con precisione e sempre da metà in poi. Evitate uno smokey nero o grigio scuro che finirebbe per rimpicciolire e spegnere ulteriormente lo sguardo.

Se siete astigmatiche, ipermetropi o siete affette da presbiopia le lenti tenderanno ad ingrandire l’occhio. Proprio per questo motivo, anche le minime imperfezioni saranno subito visibilissime. Siate quindi molto precise nell’applicazione dei prodotti! Evitate gli ombretti satinati o glitterati. Meglio invece quelli opachi. Stendete un ombretto chiaro sulla palpebra mobile e utilizzate due pennelli per le ombreggiature: uno tondo da sfumatura e uno a penna per essere più precise. Aiutandovi con il primo create tridimensionalità sfumando un ombretto color nocciola nella piega della palpebra. Con un marrone bruciato o un grigio fumo e il pennello a penna enfatizzate l’angolo esterno dell’occhio e poi sfumate tutto sempre col il primo pennello, per rendere tutto più omogeneo ed evitare stacchi troppo netti. Quando applicate matita e eyeliner fatelo su tutto l’occhio e state attente a rimanere il più possibile attaccate alle ciglia. A differenza delle vostre colleghe miopi per voi via libera allo smokey sia nei toni più naturali sia nel classico grigio/nero!

In entrambi i casi ricordate sempre che il trucco non deve sorpassare la montatura degli occhiali e  in caso abbiate scelto una montatura colorata, truccate gli occhi con colori che  si adattino al colore della montatura o otterrete un bruttissimo effetto Arlecchino!

Martina Mattone Ha più di vent’anni, ma meno di trenta. Laureata in Lettere e specializzanda in filologia moderna è appassionata di moda e bellezza. Intollerante al lattosio e al genere umano (anche se a volte cade in tentazione e coglie il lato romantico delle cose). Crede fermamente nella vita e nel fatto che, come successo a Cenerentola, un paio di scarpe possano cambiartela.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *