0

Comunale 2016: a Latina eletta la più giovane consigliera d’Italia

0
0


Domani le inizia la maturità eppure Valeria Campagna, 18 anni, un esame importante l’ha già superato, quello delle comunali 2016 dove si è portata a casa la carica di più giovane consigliera comunale eletta a Latina e una delle più giovani mai elette in Italia. Un bel gruzzoletto di voti quello che le hanno permesso di accedere alla carica, 256 voti per la precisione, nella coalizione di liste civiche che a Latina si è presa il compito di cambiare gli ultimi 20 anni di guida del centrodestra. “E’ tutto nato da un’associazione chiamata Rinascita Civile – ha raccontato in un’intervista al FattoQuotidiano Valeria – che lo scorso luglio mi ha invitato a parlare di politiche giovanili in un forum, sapevano che sono rappresentante d’istituto e che faccio da anni attività con gli scout. Da quell’associazione è nato il movimento civico di Latina Bene Comune. All’inizio ero l’unica ragazza, non si parlava di candidature, c’era solo l’idea di partecipare alla vita della città”.

 

Criticata per la sua giovane età

 

Compirà 19 anni il prossimo 28 agosto e dopo gli esami di maturità che l’attendono nelle prossime settimane al liceo scientifico “G.B. Grasi”, dove dal 2013 è rappresentante di istituto e da dove è nata la sua passione politica, Valeria insieme agli altri consiglieri e al neo eletto sindaco Damiano Coletta avrà il compito di portare avanti quella rivoluzione e pulizia di cui si è tanto parlato nella campagna elettore. Ma proprio per la sua giovane età le sono state mosse diverse critiche, come lei stessa racconta. Critiche alle quali ha saputo rispondere senza esitazione: “Dicevano ‘Ma cosa pensi di fare a 18 anni, non sei nemmeno diplomata‘. Ho risposto che amministrare una città non è solo una questione di titolo di studio: tra i candidati a sindaco l’unico laureato è Damiano Coletta. E neanche una questione d’età: se resto a braccia conserte fino a 40 anni e poi decido di candidarmi, non posso certo definirmi una persona con esperienza. Da qualche parte si deve pur cominciare”. Adesso non le resta che mettersi al lavoro, ma prima è il momento della maturità.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *