0

Cresce l’imprenditoria femminile: donne giovani che amano il proprio lavoro

0
0


Secondo un’indagine di Doxa, in Italia cresce l’ imprenditoria femminile. Sempre più donne decidono di mettersi in proprio. La famiglia? Ha un ruolo importante ma aumenta il bisogno di soddisfazione personale.

 

 

L’identikit della donna imprenditrice

 

 

Sono più 1,3 milioni le imprese femminili in Italia e crescono rispetto alla media nazionale. Sono donne che hanno in media 42 anni e il mettersi in proprio rappresenta una scelta ponderata e consapevole in cui l’obiettivo non è tanto la prospettiva di guadagno – discriminante per il 27% delle intervistate – ma la realizzazione personale e l’indipendenza. Secondo i dati Doxa (del 2016) il 30% delle imprenditrici italiane è laureata e il 58% è anche mamma; la famiglia gioca un ruolo fondamentale a livello emotivo e di supporto e, allo stesso tempo, la sensazione di realizzazione porta in famiglia la giusta positività. Esiste comunque anche un 25% di intervistate che ha dichiarato di avercela fatta da sola senza il sostegno di nessuno.

La maggior parte delle donne imprenditrici arriva da un lavoro precedente (il 47% di loro aveva un lavoro dipendente) e ha poi scelto di fare il salto di qualità e lanciarsi nel lavoro autonomo, non tanto per insoddisfazione ma per mettere pienamente a frutto le proprie conoscenze e dare spazio a prospettive di crescita professionale. L’86% delle intervistate ha dichiarato di aver intrapreso l’avventura dell’imprenditoria come strumento per la realizzazione personale, sono realmente appassionate del proprio lavoro e il 33% di loro trova nel lavoro anche la propria realizzazione come donna. Il modello di donne a cui si ispirano? Rita Levi Montalcini, in primis, ma anche Coco Chanel, Madre Teresa di Calcutta, Wonder Woman e Oriana Fallaci. Ultimo dato rilevante è che l’80% delle intervistate consiglierebbe ad altre donne di cimentarsi nell’ imprenditoria femminile.

Il segreto per un’impresa di successo? Innanzitutto l’aspetto umano, carattere e determinazione, seguiti poi formazione e aggiornamento, ritenuti comunque fondamentali per il successo. Nella classifica degli elementi che determinano il successo dell’azienda troviamo poi anche le attività di promozione del marketing, il lavoro di squadra e infine l’ .

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *