Culle con smarthpone, a Roma Fiorello sostiene la sperimentazione

0
0


La chiamano tecnologia ‘Screen to screen’ ed è l’innovazione introdotta dall’ospedale Fatebenefratelli dell’Isola Tiberina di Roma, per collegare il reparto di terapia intensiva neonatale, h24, con in genitori che sono a casa.

Prima in Italia in tal senso, la struttura gode della sperimentazione sostenuta dallo showman Rosario Fiorello, in collaborazione con Philips.

 

 

Culle monitorate h24, casa e terapia intensiva collegate in diretta

 

 

Fiorello raccoglie fondi in una serie di eventi per la realizzazione di un sistema video protetto che permette ai genitori con neonati in terapia intensiva, di monitorarne da casa o dal lavoro, lo stato di salute.

L’incubatrice, dotata di apparecchio wireless, consente la connessione da smartphone o tablet. Senza doversi mettere in fila per vedere un neonato in cura (creando disagi o sovraffollamento in reparto), anche nonni e parenti, su invito dei genitori, possono collegarsi per 20 minuti al massimo, guardando il piccolo di famiglia.

In 500 metri quadri di superficie, già 16 culle per il ricovero intensivo e 13 per il non intensivo, godono di questa novità. Innovazione ed eccellenza garantiscono sicurezza ai circa 600 bambini all’anno, di cui 400 prematuri, ospitati al Fatebenefratelli.

Il progetto Family-Centered Care, che prevede una cura senza barriere, risponde alle molteplici esigenze dei piccoli pazienti e delle loro famiglie. Philips, azienda leader nell’elettronica, ha associato le proprie competenze in ambito tecnologico con la strategia medico-sanitaria, rendendola innovativa. Stefano Folli, presidente di Philips Italia, Israele e Grecia, parla di “soluzione tailorizzata, sostenibile, ma concreta”.

Rosario Fiorello, papà, oltre che personaggio pubblico, fa da apripista per una realtà lodevole che merita continuità. Sponsor e sostenitore di diverse iniziative benefiche, questa volta ‘Fiore’ segna una svolta nell’assistenza sanitaria dedicata ai neonati.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *