Da mattina a sera, tutte pazze per il poncho!

0
0


Ammirato in passerella, avvistato nelle foto dei vip “paparazzati” in vacanza, amato per uno stile classico con un tocco di eccentricità, il poncho si rivela “re” della moda di stagione. Pratico, versatile, semplice da metter in valigia – perché difficilmente si stropiccia – e perfetto dall’alba al tramonto, come copricostume, come modello ‘long dress’ per un aperitivo in barca e come vestitino per un falò in spiaggia fino a notte fonda, questo capo è diventato popolare in occidente grazie agli spaghetti western. Le sue origini, infatti, sono latinoamericane: come non pensare al chamanto, tipo di poncho utilizzato nella parte centrale del Cile, o al gaban, tipico del Messico, esempi perfetti di “quadrati” di stoffa tagliata, tanto essenziale quanto divertente.

Proviamo, allora, a vedere quali sono i modelli più trendy e in che modo indossarli.

 

Con espadrillas, jeans o camicie, a ciascuna il suo stile

 

Stile Ancient Greece: sono i più belli per l’estate. Leggeri, in lino o mussola di cotone, rigorosamente bianchi con lavorazioni folk nei toni del blu e del rosso o con motivi a righe e le immancabili nappine déco. Spesso sono lunghi quasi come tuniche, perciò vanno bene anche di sera, indossati su ampi e leggeri pantaloni in tela, magari stretti in vita con una cintura sottile e abbinati a un paio di espadrillas.

Stile Boho Festival: sono hippie e romantici, realizzati con lavorazioni crochet, intrecci di fettucce di cotone, tricottati o ricamati all’uncinetto. I toni sono neutri come il panna e il bianco, naturali come color corda e marrone ma anche iper vivaci in puro stile Woodstock. In spiaggia si indossano con un micro bikini a triangolo, ma vanno bene anche per un giro, in coppia con micro short jeans e sandali pon pon.

Stile Surf Baja: sono maglie con cappuccio, o meglio hoodie. Da sempre un must nel guardaroba del surfista doc, hanno una fantasia a righe e si mescolano in libertà con costumi scuba e shorts tropical print. Di rigore per un falò di sera sulla spiaggia, sono belli soprattutto per uomo.

Stile Gipsy Chic: sono i modelli più femminili, molto spesso in seta o filati preziosi, con ricami o applicazioni. In spiaggia staranno benissimo con icostumi interi, di sera si trasformano in capi sofisticati da portare su abiti lunghi e fluenti.

Stile Folk Messico: giocano sui contrasti del nero con i toni vivaci degli intrecci e si caratterizzano per i motivi aztechi. In cotone knitted, hanno una consistenza tale da poter essere usati anche come un capospalla. In città di sera al posto di un blazer per dare un tocco folk al look, si portano con una camicia bianca, un paio di jeans a zampa e delle zeppe vertiginose.

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *