0

Disabilità: a Portici le “Ruote in…movimento”

0
0


*di Maria Cioffi

 

Si è svolta lo scorso 2 dicembre, nella splendida cornice dello storico Museo Ferroviario di Pietrarsa, un’ importante iniziativa volta alla promozione e alla diffusione della cultura della integrazione scolastica e della inclusione della diversa abilità. L’evento, ideato e promosso dalla Prof.ssa Mariarosaria Stanziano, Dirigente Scolastico dell’ I. C. De Luca Picione Caravita di Cercola, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, istituita dalle Nazioni Unite nel 1981 – in linea dunque con valori universalmente condivisi quali l’ empatia, l’accoglienza affettiva, la solidarietà – ha avuto come oggetto – simbolo la «ruota».

Il nostro giornale LadyO, sempre presente ad eventi dal forte contenuto sociale, ha chiesto alla promotrice dell’evento, Dott.ssa Stanziano, il perchè di questa scelta.

 

“Perchè la ruota?”

Perchè la ruota è da sempre simbolo di movimento e quindi di cambiamento! Con questo evento, realizzato in collaborazione con la Fondazione Ferrovie Italiane, la Direzione Generale del’USR Campania, la Fitetrec Ante Lazio, la Federazione Italiana Sport Equestri, nonchè degli sponsor B&P Office di Ercolano e Squisito di Sant’Anastasia, abbiamo voluto dare dignità alla ruota, una delle più importanti invenzioni dell’ umanità insieme alla scrittura e sensibilizzare le scolaresche e il territorio al tema della inclusione. Dalle ruote di legno delle carrozze trainate da cavalli (presenti all’evento diverse carrozze storiche che hanno permesso agli alunni disabili di effettuare un fantastico giro all’ interno del Museo, n.d.r.) a quelle delle locomotive, che qui a Pietrarsa, vorrei ricordare con un pizzico di orgoglio, hanno solcato le rotaie della prima ferrovia italiana, Napoli – Portici, a quelle in allum-tec delle carrozzine per la diversa abilità, tema a cui dobbiamo rivolgere il nostro costante impegno educativo ed umano. La scuola, in quanto istituzione educativa, deve farsi sempre più promotrice di una progettualità inclusiva a tutti i livelli, in sinergia con le famiglie e le altre istituzioni del territorio, in modo da garantire la partecipazione attiva di ciascuna persona diversamente abile, e renderla protagonista della propria vita e di quella della comunità.

 

Tra poesia e grafica, l’entusiasmo dei ragazzi

 

L’ evento, che ha riscosso grande successo tanto da far già pensare alla seconda edizione, si è svolto in un clima sereno di gioia e partecipazione; gli alunni di tutte le scuole del territorio campano che hanno risposto con entusiasmo e grande senso civico all’invito, partecipando anche al concorso grafico – pittorico legato alla manifestazione, hanno effettuato un vero e proprio viaggio nel tempo, dalla invenzione della prima ruota a quelle di legno delle carrozze a quelle di ferro delle locomotive. Non è mancato un momento di spettacolo e divertimento con l’animazione “giurassica” all’interno dell’ Anfiteatro botanico e un momento gustoso con un buffet a tema «equestre» con carrube, carote e mele.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *