0

Donna in cucina: cosa non deve mancare in dispensa

0
0


Il benessere in famiglia si coltiva a tavola. Mamme, mogli e cuoche non possono rinunciare alla salute. Ecco dunque il decalogo degli alimenti da avere in dispensa per seguire una sana alimentazione.

 

 

Sana alimentazione, ecco cosa mettere in dispensa

 

 

Una dieta equilibrata aiuta mente e corpo. In casa dunque la scelta degli alimenti da usare in cucina deve essere ben ponderata e mirata a fornire all’organismo sostanze preziose per il suo corretto funzionamento. In dispensa infatti non possono mancare cibi importanti per il loro valore nutrizionale, ecco l’elenco!

Mai rinunciare ad avere in cucina i carboidrati: a dispetto di quanto si creda, sono un’importante fonte di energia; meglio dunque prediligire la pasta o il riso integrale, ricchi di fibre e capaci di rallentare l’assorbimento dei carboidrati stessi.

Anche i legumi sono irrinunciabili: fagioli, lenticchie, ceci, piselli non possono mancare sugli scaffali della cucina in quanto portatori di proteine sane e dotati di pochi grassi. Questi alimenti per il loro assorbimento vanno accompagnati da abbondante acqua naturale, vero salva linea grazie al buon livello di idratazione da essa garantita. Gli esperti infatti raccomandano di berne almeno 2 litri al giorno per eliminare le tossine.

Bevanda alternativa è il tè verde, ricco di antiossidanti naturali, preziosi per contrastare l’invecchiamento cellulare e i chili di troppo, riducendo l’assorbimento dei grassi introdotti con il cibo.

Tra le proteine animali meglio prediligere il pesce azzurro. Le alici ad esempio, anche quelle sotto sale, sono una fonte importante di omega 3 e, una volta dissalate, possono servire a preparare anche dei primi piatti.

Quanto alla frutta preferite le mele che facilitano la digestione riducendo l’assorbimento degli zuccheri. Come verdure sempre maglio ricorrere a carote e cipolle, ricche di vitamine e facili da usare in cucina data la loro versatilità.

A colazione optate per frollini con orzo e avena, realizzati a base di cereali e dunque ricchi di betaglucani per il controllo dei livelli di colesterolo nel sangue. Come bevanda via libera al latte di soia, deputato a contrastare gastrite, gonfiori intestinali, osteoporosi, aiutando perfino la ritenzione idrica.

Quanto alle spezie, non servono solo a insaporire i piatti, ma riducono sensibilmente il consumo di grassi e sale aiutando la forma fisica. Alle insalate o con secondi cotti al forno, aggiungete anche i semi di lino, deputati alla regolazione degli zuccheri nel sangue. Mai dimenticare di avere in frigo  le vituperate  uova che apportano ferro, calcio, fosforo e potassio. Si raccomanda di mangiarne però solo due alla settimana. Per i condimenti trionfa sempre l’olio extravergine di oliva, che svolge la funzione di integratore vitaminico, favorendo così il transito intestinale.

Se serve un tocco di energia e dolcezza scegliete il cacao sotto forma di fave tostate o in polvere, efficace contro la pressione bassa e ottimo antiossidante, oltre che la frutta secca, utile a prevenire le malattie cardiache.

 

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *