0

Donne e salute: la prevenzione viaggia ad alta velocità

0
0


Ottobre: mese della prevenzione del cancro al seno e della salute delle donne. Fino al prossimo 27 del mese, infatti, un treno “Frecciarosa” ospiterà a bordo e porterà in giro per l’Italia una serie di iniziative, come visite senologiche gratuite e help desk dedicato. Un progetto promosso dal Ministero della Salute, il Gruppo Fs, Farmaindustria e l’Associazione Incontra Donna Onlus.

 

 

Obiettivo promuovere i corretti stili di vita che sarà al centro del G7 della salute

 

 

Milano, Roma e poi il resto d’Italia per un progetto che si rinnova per il settimo anno consecutivo, ponendo come obiettivo la promozione dei corretti stili di vita e la prevenzione: “Per combattere il tumore al seno e il virus del papilloma, partendo dalla prevenzione anche sui treni con la corretta informazione rivolta alle viaggiatrici. Mettere la prevenzione al centro della salute della donna non è un tema retorico ma un obbligo”, ha spiegato la ministra della salute Beatrice Lorenzin alla presentazione del progetto.

A bordo dei treni saranno presenti medici specialisti e persone qualificate, tutti volontari pronti a condividere le loro esperienze e a cui le donne potranno rivolgersi per chiedere consigli.

Un tema, quello della salute delle donne e della medicina di genere, che sarà portato dal Ministero al centro del dibattito al prossimo G7 della salute in programma a novembre, dove molto ruoterà intorno all’importanza di farmaci ricerca specifici: “Ecco perché – ha aggiunto la ministra – ho inserito la medicina di genere non solo nell’Agenda italiana ma anche in quella internazionale europea che porterò al G7 insieme alla protezione del fanciullo”. Qui lo scopo sarà mostrare i risultati ottenuti dall’Italia in questi anni attraverso progetti di sensibilizzazione e nuovi Livelli Essenziali di Assistenza.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *