DSC01940-500x375
IMG703-500x375
Assorbenti_Lulu_Nature_e_wet_Baf
come-realizzare-un-assorbente-di-stoffa-riutilizzabile_1a23b561d1022f07749bb481ae6c9861
assorbenti_lavabili
assorb_ObsidianStarNymph_1962011_owl1
ecofemme1
0

Ecomestruazione: i vantaggi dell’assorbente riutilizzabile

0
0


Il mercato offre alternative bio per aiutare il gentil sesso nella gestione del flusso mestruale. Sebbene oggi sempre più donne durante il ciclo abbandonino l’uso dell’assorbente igienico esterno, preferendo quello interno o la coppetta, sono in commercio anche assorbenti riutilizzabili, realizzati in morbido tessuto di cotone biologico, bambù o micropile e privi di colorazioni, cloro e sostanze chimiche.

 

Assorbenti: l’alternativa bio

 

La salute viene letta in chiave bio anche in fatto di assorbenti. Esistono versioni che assicurano la massima resistenza alle macchie e confort durante tutto il periodo mestruale. Disponibili come salvaslip o in capacità di assorbimento regular, super ed extra per le neo mamme, gli assorbenti riutilizzabili rappresentano la più valida alternativa alla versione usa e getta.

Sono in tessuto e a contatto con la pelle prevedono uno strato di morbido cotone per garantire naturalezza sul corpo. Una pratica apertura permette di lavarli fino all’interno e di applicare insertini aggiuntivi per flussi molto abbondanti o per il post-parto. Il  lato esterno, spesso in PUL, tessuto tecnico ricoperto con una lamina impermeabile traspirante,  resiste alle infiltrazioni di liquido, ma grazie a una porosità di micro dimensioni, garantisce traspirabilità.

Cuciti in bellissime fantasie, risultano dotati di tessuti ben resistenti ai lavaggi, e possono essere riportati a nuovo mettendoli in lavatrice dai 40°C ai 60°C con l’aggiunta di un po’ di detersivo o con acqua calda e bicarbonato, oppure lasciandoli in ammollo in acqua fredda. Necessaria ovviamente l’asciugatura tra i lavaggi.

Nel caso in cui il cambio avvenisse fuori casa, li si può riporre in una borsa impermeabile fino al momento del lavaggio. Economici e salva ambiente, rappresentano il rimedio più saggio per affrontare il delicato e ricorrente momento del ciclo, cui nessuna donna può sottrarsi.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *