regina-elisabetta-II-cani-corgi-0007_oggetto_editoriale_720x600
regina-elisabetta-II-cani-corgi-0025_oggetto_editoriale_720x600
regina_elisabetta_corgi
corgi_elisabetta_regina
regina-elisabetta-II-cani-corgi-0000_oggetto_editoriale_720x600
thWHO9MNSC
img1024-700_dettaglio2_cane-regina-elisabetta
1-queen-elizabeth-vanity-fair-540x700
ape2-large_160421-003509_to200416pa_1280-620x372
0

Elisabetta II, la regina dei Corgi

0
0


La Regina Elisabetta conquista le copertine dei tabloid grazie ai suoi più grandi amori: i cani. La prima donna del Regno Unito porta i suoi fedeli Corgi dovunque. La sovrana non a caso si fa spesso ritrarre con i suoi amici a quattro zampe.

 

Corgi che passione: gli amici a quattro zampe della Regina

 

Ha novant’anni, molti dei quali vissuti in compagnia di amorevoli cagnolini. La regina di Inghilterra ha perfino trasformato questa sua passione in business: la Royal Trust Collection ha lanciato una linea di accessori per cani (guinzagli, una ciotola in porcellana, una spazzola in setola, una cuccia e un soprabitino in tessuto tartan) per coccolare i cuccioli domestici. Gli articoli saranno in vendita da metà  luglio alla Queen’s Gallery, oltre che nei negozi di Buckingham Palace e del Palace of Holyroodhouse ad Edimburgo.

L’amore per il mondo canino è iniziato quando la piccola Elisabetta aveva solo 3 anni: il primo animale a quattro zampe fu un Cairn Terrier, regalo dello zio principe di Galles, con cui la sovrana giocava in compagnia della sorella Margareth. Fu poi il Principe Filippo a regalare alla figlia il primo Corgi, razza preferita dalla Regina. Il suo nome era Susan; era permalosa e aggressiva come tutti gli esemplari del genere, eppure Elisabetta amava coccolarla.

La sovrana è una vera patita di cani, tanto che nelle foto ufficiali sono sempre ritratti al suo fianco. Elisabetta II cura i suoi corgi personalmente, ricorrendo a rimedi omeopatici quando sono malati; segue la nascita di tutti i cuccioli e riserva loro pasti preparati da uno chef di eccezione, fatti di carne fresca, coniglio o arrosto. I cagnolini della Regina dispongono perfino di una stanza a loro dedicata e dormono in ceste di vimini rialzate per evitare che prendano freddo. Unico strappo alla regola: il pisolino nella stanza da letto reale!

Il paradosso di tutta questa situazione? Filippo non ama affatto i cani anche perchè con la corgi regalata alla sua Elisabetta per i 18 anni, Susan, dovette condividere il viaggio di nozze. Alla morte della cagnetta poi, avvenuta nel 1959, la sovrana le fece dedicare un epitaffio nel giardino del castello di Sandrigham con su scritto: “La fedele compagna della regina”.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *