Espadrillas, tornano di moda le scarpe con la suola in corda

0
0


Intramontabili espadrillas. Ogni anno scendono sulle passerelle estive in versione rivisitata. Le celebri scarpe con suola in corda e tomaia in tela di yuta o cotone, nate nelle zone rurali della Spagna, subiscono il restyling di Chanel e Gucci, tanto da finire ai piedi di Jennifer Aniston e Heidi Klum.

 

 

Espadrillas che passione!

 

 

Hanno suola doppia e intera. E’ questa la nuova moda delle espadrillas che alzano suola e tacco, diventando must have dell’estate 2017. Con l’inserimento di nuovi materiali quali pelli varie, alcantara o seta, usati per la tomaia, i nuovi modelli adottano la suola flat e sanno di comodità.

A proporne una versione extra lusso è la maison Chanel con la celebre ‘C’ trapuntata sulla tomaia. Traspiranti e leggere da portare, le espadrillas si presentano in nuances bicolori o in tweed bianco o nero con cap toe in vernice. Ad inserirle nelle sue collezioni arriva anche Gucci che opta però per modelli più classici con zeppa altissima a fiori e l’indimenticabile doppia G.

Dagli anni Settanta le espadrilles sono divenute simbolo di Ibiza. Realizzate da sempre nel rispetto dell’ambiente con suola in farro o canapa e tela di cotone, vengono declinate da Alcott in un mix tra espadrillas e sneakers, acquisendo uno stile più moderno e funzionale.

Le espadrillas hanno una storia antica: scarpe simili sono state scoperte in una grotta spagnola, riportandoci indietro di quasi 4.000 anni fa. Usate dal 1200 dai soldati, nel 1950 sono diventate “accessorio cult” grazie a Yves Saint Laurent che ha modificato la scarpa originale con l’aggiunta di nastro e suole.

Variopinte, a stampa, adatte per la spiaggia o per il passeggio, le scarpe ecosostenibili sanno di leggerezza e calzano i piedi delle donne sbarazzine che puntano a praticità e femminilità, declinandole in look casual o romantici.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *