Home Lifestyle ‘Fai bei sogni’: quando gli uomini non sanno amare
0

‘Fai bei sogni’: quando gli uomini non sanno amare

0
0


Il cinema come occasione per riflettere ed apprendere qualcosa in più sulla propria emotività. Nelle sale cinematografiche si prepara a sbarcare ‘Fai bei sogni’, un film di Marco Bellocchi, tratto dal romanzo autobiografico di Massimo Gramellini. Il tema portante della pellicola? L’anaffettività!

Fai bei sogni: l’incapacità di amare una donna

 

 

Valerio Mastandrea è il protagonista di Fai bei sogni, in uscita il 10 novembre nei cinema italiani. L’attore racconta attraverso la sua esperienza infantile, le cause dell’incapacità di amare pienamente una donna.

Rimasto orfano della madre a 9 anni e cresciuto nella difficoltà di esprimere i propri sentimenti, Mastandrea soffre nel film da ansia da relazione. La radice dell’impossibilità di amare completamente una donna, scegliendola come effettiva compagna di vita, risiede nei problemi emotivi dell’infanzia maschile.

Quante volte ci siamo perdutamente innamorate, sperando che il nostro lui facesse qualcosa per sceglierci come donna della vita? Le attese sono state spesso disilluse, quel fatidico momento di coronamento del rapporto non è mai arrivato, perchè gli uomini fanno fatica a provare emozioni, ritraendosi alle relazioni, fino a creare tra sé e l’amante una barriera.

Il protagonista del film deve superare la perdita traumatica della morte della madre, che lo segna per la vita intera. Non riesce a legarsi veramente, pur desiderandolo e chiedendo aiuto nel superare i suoi traumi affettivi.

Polo Crepet sull’uomo anaffettivo, in un’intervista rilasciata a ‘Repubblica’, rivela: Un uomo veramente anaffettivo si vede da lontano: non ha rapporti con i bambini, non ama gli animali, raramente ama i fiori. Questo è il vero annaffettivo. L’anaffettività porta una grande rigidità. L’amore però, non è la cura. Ci sono donne che hanno tentato tutta la loro vita di amare un uomo anaffettivo e non sono riuscite ad essere amate da questi uomini. La psicologia delle persone è molto semplice, le persone non cambiano. Dopo di che, ci sono eventi che possono cambiare la vita di una persona. La moglie non cambia il marito, la moglie si adatta al marito”.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *