0

Femminicidi in calo, l’importanza delle campagne contro la violenza di genere

0
0


L’ Italia delle campagne contro il femminicidio registra un dato significativo: in termini assoluti negli ultimi anni si evince una “progressiva riduzione” della violenza sulle donne. Dal 2011 al 2016 i numeri parlano chiaro: si è passati dai 124 casi ai 111, registrando una riduzione del -11%.

 

 

Femminicidio, c’è ancora molto da fare

 

 

Calano gli omicidi e di conseguenza anche i femminicidi. Nonostante tutto questo, restano alti i dati inerenti l’uccisione di donne, rispetto a quelle maschili.

La donna, vittima di una subcultura, vede spesso disconosciuto il diritto alla libertà e all’autonomia. I suoi aggressori sono ex compagni o mariti e fidanzati. Il partner diventa carnefice! Tra i moventi di violenza sulle donne, il dito viene puntato sul un calo passionale e sulla crescita dei rancori personali. E’ questo che emerge dalle indagini e dagli interrogatori post delitto.

A fornire tutte le informazioni è il capo della polizia, Franco Gabrielli, in audizione alla Commissione di inchiesta sul femminicidio. L’uomo ha però ribadito in sede: “Si tratta di numeri, che non devono farci indulgere a facili ottimismi”. Nonostante il calo, risultato maggiore nei primi cinque mesi dell’anno, con 29 casi, pari a -40% rispetto allo stesso periodo del 2016, non bisogna dimenticare che nei mesi scorsi in soli 5 giorni si è registrata una carneficina di donne nel nostro paese, tutte vittime di femminicidio. E l’ondata di sangue su speranze rosa prosegue in modo analogo per tutto il Globo. Il tema della violenza sulle donne smuove, infatti, il Mondo!

La politica nostrana, le associazioni, il mondo dell’arte e dello spettacolo cercano di fare tanto per sensibilizzare uomini e donne sull’urgenza e sulla presa di coscienza del fenomeno della violenza di genere, con la speranza che non si parli più di morte di donne per mano di un uomo ma si inneggi, nelle piazze, all’amore.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *