0

‘Foodedicola’, a Milano lettura e cibo diventano un must have da coniugare

0
0


E’ ancora una volta la Milano che detta moda a fare la differenza. Il Comune lombardo intende rilanciare il luogo dell’edicola nella città, esaltando l’importanza della lettura, da coniugare però con il ruolo di infopoint turistici, di servizio per cittadini e visitatori e non solo. La vera novità risiede nella loro denominazione: foodedicole, luoghi deputati ad assaggi e degustazioni per soddisfare palato e intelletto.

 

 

Foodedicole, Milano lancia una nuova moda

 

 

Milano spalanca le porte ad un nuovo progetto cittadino. Le edicole della città, ben diciotto, aderiscono al programma ‘Foodedicola’, manifestazione enogastronomica patrocinata dal Comune nell’ambito di ‘Milano Food City’.

Dal 4 all’11 maggio, nelle edicole aderenti, sarà possibile oltre che comperare quotidiani e riviste, abbandonarsi a degustazioni di cibo esclusivamente italiano. In presa diretta, i clienti assisteranno per l’intera durata della manifestazione, anche a ‘show cooking’ organizzati da chef rinomati.

L’evento foodedicola, organizzato in piazza Cordusio, verrà trasmesso live su Sky, in collaborazione con Gambero Rosso. L’iniziativa avra perfino un ruolo sociale, coinvolgendo la collaborazione con la onlus Pane quotidiano, impegnata a promuovere nella città sul contrasto allo spreco alimentare.

L’assessore al Lavoro del Comune, Cristina Tajani commenta: “Dobbiamo immaginare per le edicole un percorso di innovazione e di ampliamento delle attività, che da sempre sono luoghi di socialità e punti di riferimento per tutti i quartieri”.

Le edicole diventano piccoli chioschetti chic in cui soffermarsi a dare un morso ad un formaggio Dop, a vini pregiati ed altri cibi del made in Italy, vera gloria del palato internazionale. Incontrarsi per acquistare un giornale o un libro in edicola, risulterà un’occasione gradevole, nuova, che offrirà numerosi spunti di conversazione. L’enogastronomia è cultura; se associata a parole ed opinioni, sarà non solo moda, ma vera rivoluzione dell’happening!

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *