Home Cultura “Fortunata”: Sergio Castellitto gira la nuova favola di periferia
http://www.bing.com/videos/search?q=fortunata+film+trailer&&view=detail&mid=89611B690B5AEA14E29889611B690B5AEA14E298&FORM=VRDGAR
0

“Fortunata”: Sergio Castellitto gira la nuova favola di periferia

0
0


Una storia al femminile ricca di temi sociali: la separazione, la custodia dei minori, la violenza psicologica e poi l’amore. Sergio Castellitto dedica alle donne quotidiane la sua ‘Fortunata’. La pellicola, in uscita il 20 maggio, tratta da una storia di Margaret Mazzantini, è ambientata nella periferia di Roma est tra Torpignattara e Centocelle. Nel cast Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi Chicano, Edoardo Pesce, Nicole Centanni e Hanna Schygulla.

 

 

‘Fortunata’, la parrucchiera di borgata tra sogni e delusioni

 

 

“Fortunata è un aggettivo qualificativo femminile singolare. Ma è anche il nome di una donna. E soprattutto un destino. E non è detto che quel destino uno se lo meriti. Ci sono uomini in questa storia che non sono d’accordo sulla felicità di Fortunata. Vedremo…”: così descrive la sua protagonista Sergio Castellitto, abituato a raccontare storie di donne e d’amore.

La Universal Film produce la pellicola che racconta di una parrucchiera a domicilio, divisa tra la crescita della figlia di otto anni e un marito violento che non si rassegna alla fine del loro rapporto. Tra sacrifici e speranze, Fortunata cerca di conquistare l’indipendenza economica per poi riscattare se stessa e la sua piccola.

Forte come solo le donne sanno essere, Jasmine Trinca dà volto ed anima ad una principessa sepolta in fondo all’anima che trova il coraggio di compiere il salto dalla periferia alle case di città. Fortunata intende aprire un salone da parrucchiera e sa che questo le costerà tanta determinazione, fino a quando non arriverà l’amore a scombussolarle esistenza e piani.

Sul grande schermo finisce la normalità delle donne coraggio, descritta alla maniera pasoliniana da un Castellitto che scende in profondità, svelando l’indole di ogni donna. Stefano Accorsi è l’uomo che dona alla protagonista del film una seconda possibilità, quella di credere nell’amore che non distrugge, ma salva e cancella il dolore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *