0

Galà di beneficenza ‘Una lacrima sul viso’ – Premio HumanitArs, a sostegno dell’Africa

0
0


Domenica 10 aprile 2016, ore 18.30, presso il Teatro De Rosa di Frattamaggiore (Na), la compagnia teatrale ‘HacunamatActors’, presenta ‘Una lacrima sul viso’, riadattamento Teatrale dell’omonimo testo cinematografico interpretato nel 1964 dall’attrice Laura Efrikian, con Bobby Solo, Nino Taranto, Dolores Palumbo.

Ospite d’onore della serata, la stessa Laura Efrikian, attrice, scrittrice, pittrice e fondatrice del progetto ‘Laura for Africa’, che dal 1994 cerca di costruire pozzi nel Gran Continente, garantendo inoltre sussistenza, istruzione e cure mediche ai piccoli dell’orfanotrofio ‘Asante Sana Children’s home Mambrui’ in Kenia, diretto da Piera Chiodi.

 

La commedia musicale ambientata a Napoli

 

La direzione artistica di Arturo Favella e Bruno Di Palo riporta a teatro, nella commedia musicale, la storia ambientata a Napoli nel 1964, di Bobby Tonner, cantante statunitense, e Lucia Todini, studentessa di musica al conservatorio di San Pietro a Majella.

La parte musicale e le coreografie delle canzoni anni ’60 dello spettacolo sono affidate alla scuola di ballo “Vuolveras Club Accademy”. Conducono il giornalista Giuseppe Libertino e il presentatore Ralph Stringile.

La commedia vedra’ la partecipazione dei seguenti attori: Nicola Auletta, Pina Stendardo, Giuseppe Carfora, Antonella Grieco, Agnese Laurenza, Giovanna De Conte, Luigi Mosca ed Angelo Senese.

Trama: l’artista rock Bobby Tonner giunge in Italia e viene ospitato da Giovanni Todini, professore del Conservatorio e amico di suo padre, che non sopporta i cantanti moderni, da lui definiti “urlatori”. Bobby s’innamora di Lucia, figlia del professor Todini, che compone lo spartito di quella che diventerà poi la celebre canzone ‘Una lacrima sul viso’. Il cantante americano completerà il testo del brano musicale, usato poi come dichiarazione d’amore cantata. Dopo una serie di vicissitudini, alla fine sboccerà l’amore tra i due giovani.

Con il ricavato del presente progetto la compagnia Teatrale ‘HacunamatActors’, in collaborazione con l’Associazione Culturale ‘Mentinmovimento’, intende aiutare Laura Efrikian nella raccolta fondi per l’Africa. Durante la serata alcune proiezioni video racconteranno quanto realizzato dalla Efrikian in Kenya, fino ad oggi.

La rappresentazione ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico alle cause umanitarie, alla cura del prossimo, oltre che alla conoscenza dell’arte della prosa. A tal fine nasce, all’interno del Galà, il premio ‘HumanitArs’, ispirato all’ ‘humanitas’ Latina, tesa a concepire quegli ideali di attenzione benevola tra gli uomini che prescindono da pregiudizi di etnia, religione e cultura, coniugato con la parola ‘ars’, arte, strettamente connessa alla capacita’ di trasmettere emozioni e messaggi soggettivi. Esso omaggerà volti noti partenopei che hanno valorizzato Napoli con la propria arte e l’impegno umanitario.

Ai personaggi premiati al termine della rappresentazione, verrà conferito il merito di aver diffuso attraverso la propria persona ed il conseguente lavoro musicale, cinematografico, teatrale e di arti visive, valori e messaggi portanti per l’edificazione dell’essere umano.

Riceveranno premio e piatto di legno dipinto a mano, personalizzato da Laura Efrikian, i seguenti artisti: Audio2, musicisti e compositori italiani; Enzo Campagnoli, musicista e Direttore d’orchestra; Domenico Sepe, scultore; Daniele Zanfardino, tenore; Stefano Gargiulo, compositore e musicista; gli attori Antonio Casagrande cui verrà conferito un Premio alla Carriera, Ernesto Lama, Francesco Procopio, Corrado Taranto, oltre ad altri volti noti.

Nel foyer del Teatro De Rosa si potrà inoltre ammirare una mostra allestita per l’occasione dallo scultore e pittore Domenico Sepe, degustando prelibatezze messe a disposizione da un catering d’eccellenza.

Costo spettacolo: 8 euro.

Per info e prenotazioni:

Teatro De Rosa, 081 8315522. Arturo Favella, regista e fotografo, 3388643603. Bruno Di Palo, delegato Teatro Pubblico Campano, 3335715077.

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *