0

Giocattoli sotto l’albero: meglio se con il “decalogo Regalo Sicuro”

0
0


È una vera magia per i vostri bambini svegliarsi la mattina di Natale e trovare doni da scartare. Perché il rito dell’apertura dei regali, però, non si trasformi in un covo di insidie e pericoli per i piccoli di casa, dall’Associazione Salvamamme arriva il “decalogo” per la scelta del Regalo Sicuro, un vademecum a prova di genitori, nonni e parenti alle prese con i giocattoli.

 

#1 Non sottovalutate il mondo dei giocattoli. Sconfinata, apparentemente festosa e innocua, l’industria dei giocattoli nasconde tanti potenziali pericoli.

#2 Occhio alla contraffazione. Acquistare il giocattolo nella propria giocheria di fiducia è già un buon punto di partenza. I giochi che arrivano su bancarelle e negozi cinesi “spesso o sono di sottomarche o sono di marca ma contraffatti e hanno caratteristiche che li rendono rischiosi”- sottolinea, infatti, la pedagogista dell’associazione.

#3 E al marchio CE. Che, per essere valido, deve essere impresso non solo sulla scatola ma sul gioco e non applicato ma marchiato. Attenzione, inoltre, a font e distanza delle lettere: se ravvicinate, non stanno per “conforme alla Comunità Europea” ma per il ben diverso “China Export”.

 

Regalo Sicuro: seguire le leggi e rispettare le direttive sull’età

 

#4 Attenzione a batterie o pile. Se il gioco prevede l’uso di batterie o pile, per legge i vani devono essere assicurati con una vite, cosa che non accade in molti giocattoli falsificati o molto economici. “Particolarmente insidiosi –continuano da Salvamamme- le pile a bottone che possono essere ingerite, provocando non solo soffocamento ma anche emorragia interna”.

#5 Rispettate la fascia d’età. Quante volte vi sarà capitato di regalare un giocattolo per bambini di 10 anni a chi di anni ne aveva solo sei, pensando “ma sì, tanto è precoce!”. Non c’è niente di più sbagliato. “I giochi sono, infatti, sono degli ‘arnesi da lavoro’ che aiutano a crescere in modo armonioso e a sviluppare la vita psichica dei bambini. Ognuno è indicato per una determinata età –precisa la pedagogista dell’associazione- e per questo è importante non anticipare i tempi: non solo per la sicurezza, ma anche perché ogni età prevede un certo sviluppo di abilità e competenze”.

#6 Attenzione ai più piccoli. Soprattutto se regalate giocattoli ai bambini tra 0 e 3 anni, fate attenzione alle componenti particolarmente piccole, come gli occhi dei peluche, che potrebbero staccarsi ed essere ingerite. Per la stessa ragione meglio evitare, in generale, i giocattoli di diametro inferiore ai 4 cm.

#7 Preferire i materiali naturali. Se possibile, regalate giocattoli in legno: “la plastica col tempo si deteriora e disperde sostanze che fanno male se ingerite” – spiegano dall’associazione.

#8 Via gli imballaggi. Bene conservare le istruzioni, ma involucri, buste di nylon e cordoncini sono a rischio soffocamento. Meglio tenerli lontani dal bambino.

#9 E i giocattoli difettosi. Il vostro bambino rinuncerà difficilmente a un regalo appena scartato. Ma se il gioco presenta difetti, parti rotte o mancanti, anomalie di funzionamento non va assolutamente fatto utilizzare ai più piccoli. Provate a spiegare loro che gli elfi di Babbo Natale devono aver commesso qualche errore!

#10 Abituate i più piccoli a mettere a posto. Se sono stati bravi durante l’anno, i vostri bambini riceveranno a Natale tantissimi doni. Non c’è occasione migliore per far accettare loro “l’abitudine di mettere a posto, come parte integrante del gioco stesso. Abituarli fin da piccoli – concludono dall’associazione- fa sì che, una volta cresciuto, il bambino non lo percepisca come un obbligo”.

Virginia Dara Siciliana di nascita, milanese e ora un po' romana di adozione. Le piace pensare di essere i libri che ha letto, la musica che ha ascoltato, i posti in cui ha vissuto, le persone che ha incontrato. Blogger da sempre e da anni collaboratrice freelance presso diverse testate online. Crede profondamente nel potere curativo della scrittura (e spera di poterne anche vivere!).

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *