0

Giornata internazionale della violenza sulle donne: l’importanza del 25 novembre

0
0


L’Italia oggi si tinge di rosso. La memoria delle donne uccise per gelosia o osessione non può essere cancellata ed esige parole, immagini, discussioni, perchè non ci siano più vittime di femminicidio. Oltre cento donne in Italia ogni anno finiscono nel sangue. I loro aguzzini sono uomini che si autodefiniscono “innamorati”. La strage delle donne contempla percosse, persecuzioni, aggressioni e mortificazioni morali. L’importanza culturale ed educativa del 25 novembre serve a contrastare un fenomeno esclusivamente di genere.

 

 

‘Non una di meno’: da Roma arriva un grido di protesta

 

 

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne trova il suo culmine a Roma, domani, con una grande manifestazione di piazza. L’ incontro servirà per fare il punto della situazione su un problema che, nonostante il lavoro fatto da media e prevenzione, non cessa nella sua crudeltà. Sarebbe infatti lieve la diminuzione di casi di femminicidi. A confermarlo sono gli ultimi dati forniti dalla Polizia. Sembrerebbe invece che quanto ai maltrattamenti, la situazione italiana non sia cambiata. Solo nel nostro Paese, in cinque mesi sono state uccise oltre 25 donne.

Quasi una donna a settimana, praticamente, morirebbe per mano di un compagno. Le vittime di stalking da parte di un ex partner invece, si aggirano sui 2 milioni e 151 mila. Troppe donne ancora non denunciano, nè chiedono aiuto.

Le istituzioni restano sensibili a questi dati e per il triennio 2017-2019, hanno stanziato cinque milioni per le vittime di violenza e per i loro figli. Le risorse saranno da supporto ai servizi territoriali, ai centri antiviolenza e ai servizi di assistenza alle donne, garantendo su scala nazionale i servizi di pari opportunità.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *