0

Gisela Mota: eletta ed uccisa come sindaco anti-narcos

0
0

In this Friday, Jan. 1, 2016 photo, Gisela Mota waves during her swearing in ceremony as mayor of Temixco, Morelos State, Mexico. The Morelos state Public Security Commission says attackers invaded Mota's house on Saturday morning and killed her. (ANSA/AP Photo/Tony Rivera)

In this Friday, Jan. 1, 2016 photo, Gisela Mota waves during her swearing in ceremony as mayor of Temixco, Morelos State, Mexico. The Morelos state Public Security Commission says attackers invaded Mota's house on Saturday morning and killed her. (ANSA/AP Photo/Tony Rivera)

Assassinata perchè da donna sceglie di scendere in politica e candidarsi come sindaco. E’ la storia di Gisela Mota, 30 anni, desiderosa di cambiare le sorti di Temixco, ad 85 chilometri da Città del Messico, nello stato di Morales.

 

Diventa sindaco e viene uccisa: messa a tacere Gisela Mota in Messico

 

I media internazionali riportano la notizia che ha coinvolto la Mota, ex parlamentare, eletta come prima cittadina in una lista di centro-sinistra.

Aveva prestato giuramento il 1 gennaio 2016 quando, il giorno successivo quattro uomini armati sono piombati nella sua abitazione aprendo un conflitto a fuoco con la polizia, che tentava di difendere la trentenne.

Arrestati due dei 4 assassini; altri due sono stati uccisi. Gisela ha pagato a caro prezzo il suo desiderio di cancellare il crimine organizzato ed il narcotraffico nel territorio chiamata ad amministrare. Il neo sindaco aveva, infatti, promesso che avrebbe “ripulito” la cittadina industriale, considerata come una delle più pericolose del Messico, dagli abitanti coinvolti in attività illecite e violente.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *