0

Il veganesimo è una moda? Fa tendenza, ma gli stili di vita stanno cambiando

0
0


Il veganesimo sta diventando sempre di più un fenomeno in grande espansione. Secondo i dati Eurispes, dal 2002 i vegani nel nostro paese sono passati dai 30mila ai 700mila ( mentre i vegetariani sono 6 milioni, il 10% della popolazione). Ma si tratta di una moda, un fenomeno di costume o c’è qualcosa di più dietro? Di sicuro è cresciuta la consapevolezza etica del mangiare ma anche vivere nel rispetto degli animali e del pianeta. Che si tratti di cibo, di moda (tant’è che c’è anche una collezione di smalti vegan), il veganesimo oggi è una vera e propria filosofia di vita. La società cambia e il mercato risponde a questi cambiamenti; cresce quindi l’offerta gastronomica, i ristoranti e gli appuntamenti dedicati (come il Veganfest che si è tenuto lo scorse settembre a Bologna e il Vegan days in programma invece a Padova per la fine di ottobre). Sono sempre di più i bristot, le gelaterie, i corsi di cucina che propongono specialità vegetali. Anche negli scaffali della grande distribuzione si tende la mano al Vegan Lifestyle.  Ma non è tutto: l’informazione è fondamentale e allora ecco che sul mercato delle pubblicazioni molte sono proprio a “tema vegan”, per educare soprattutto i più giovani a questo stile di vita.

 

A cena con la “Notte Veg”

 

Si moltiplicano gli appuntamenti, si diceva prima, e l’appuntamento più imminente è quello di questa sera 4 ottobre: La “Notte Veg”. L’appuntamento, arrivato già alla quarta edizione, è una festa in simultanea che vedrà ristoranti, librerie, associazioni uniti per una ideale cena animal free. L’idea di organizzare una sera che unisse le varie “offerte” vegane è nata da Sonda, casa editrice tra le voci del mondo animalista e vegan italiano, in collaborazione con librerie e ristoranti (segnalati sulla VegAgenda 2017). “La Notte Veg è un’occasione di riflessione sulle proprie scelte alimentari: su cosa, come, quanto e chi mangiamo” ha riferito l’editore Antonio Monaco. Tutti i locali che aderiscono proporranno un menù vegano, che unirà idealmente almeno diecimila persone.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *