image
gigi-buffon-e-ilaria-d-amico-twitter-leopoldo
ilaria_damico_italia_spagna_5
buffon-d-amico_980x571
gigi-buffon
gigi-buffon-e-ilaria-damico-gossip-foto1
0

Ilaria D’Amico e la scaramanzia fallita di Italia-Germania 2016

0
0


E’ lei lady Italia, l’ Ilaria D’Amico compagna di vita del super portiere della Nazionale Gigi Buffon. La conduttrice di Sky Sport non può astenersi dai commenti sui quarti di finale contro la Germania, su cui ha dichiarato: “Quando gioca l’Italia, da sempre, sono agitatissima. Gigi è solo un ulteriore detonatore di una passione già malsana. Alla finale dei Mondiali del 2006, ho condotto tutta la puntata col truccatore che mi asciugava le lacrime di gioia”.

 

 

Ilaria D’Amico e Gigi Buffon, legame a tutto sport

 

 

Si amano ormai da tempo ed insieme hanno perfino un bambino. Ilaria D’Amico e Luigi Buffon hanno in comune sport e vita privata: “Abbiamo aspettato quasi un anno e mezzo prima che la maternità si trasformasse in un progetto solo perché dovevamo rodare le varie componenti: c’era bisogno che i bambini, i due suoi e il mio, s’integrassero con il nuovo nucleo e fra loro. Io e Gigi abbiamo proceduto a braccio con un’unica regola: quando ci sono i figli, la nostra attenzione è per loro. Io e Gigi ci siamo incontrati mentre attraversavamo la stessa fase e ci siamo compresi facilmente”.

Accantonato il discorso sulla vita sentimentale, nonostante il risultato nefasto della partita contro la Germania, l’elogio della D’Amico va all’allenatore della Nazionale, Antonio Conte dice: “E’ uno strano mix di maniacalità e di leadership – dichiara la conduttrice in un’intervista- è un gran motivatore, reso perfetto dal fatto che adora prendere su di sè la responsabilità”.

A nulla è valsa però la scaramanzia di lady Buffon sull’Italia. Ilaria ha sempre guardato tutte le partite degli Europei disputate dagli azzurri seduta sullo stesso lato sinistro del divano blu della Green Room di Sky, indossando come suggerito dallo stesso Conte, sempre qualcosa di azzurro: un dettaglio del vestito, le scarpe o un accessorio. Stavolta però, ai rigori, la sua superstizione ha toppato, destando tristezza nel sentimento patriottico italiano che vedeva Gigi e la sua squadra in semifinale.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *