0

India: la Corte Suprema abolisce il “talaq”

0
0


In India il divorzio istantaneo islamico è stato dichiarato anticostituzionale. A dichiararlo, una sentenza pronunciata lo scorso agosto dalla Corte Suprema del paese, che ha definito il triplo “talaq (“io ti ripudio”, ndr) illegale e contrario ai principi della religione islamica.

 

 

Una sentenza arrivata dopo le proteste delle donne

 

 

La pratica del “talaq”, ovvero della pronuncia per tre volte della formula “io ti ripudio” che permette ad un uomo di divorziare in maniera immediata da sua moglie, è stata una pratica molto diffusa in India. Una pratica inizialmente orale che però negli anni si è diffusa anche in forma scritta, tanto che le donne erano costrette a subire il divorzio dai propri mariti anche attraverso sms, e-mail e Whatsapp.

E a rivolgersi proprio alla Corte Suprema per fermare la pratica sono state le donne che nei mesi precedenti avevano avviato una serie di proteste in tutto il paese. Dopo mesi è arrivato quello che Amith Shah, presidente del partito di governo, ha definito come un “verdetto storico, che determina una nuova uguaglianza di diritti per le donne musulmane”. Una sentenza a maggioranza, tre giudici favorevoli sui cinque che formano il massimo tribunale indiano, che alla pronuncia della decisione finale hanno sottolineato quanto “la pratica di divorzio attraverso il triplo Talaq sia palesemente arbitraria e in contrasto con la Costituzione, per cui deve essere cancellata”.

Siamo molto felici, abbiamo vinto. È un giorno storico. Noi, le donne musulmane, fino ad ora eravamo prive di una legge che difendesse i nostri diritti nel matrimonio e nella famiglia”, ha dichiarato dopo la sentenza l’attivista Zakia Soman che fa parte del gruppo Bharatiya Muslim Mahila Andolan.

Non solo l’India

Il triplo Talaq è diffusa un po’ in tutti i paesi islamici, ma L’india non è stato il solo paese a vietare il matrimonio istantaneo: già il Pakistan, l’Arabia Saudita e il Bangladesh in questi anni hanno reso illegale la pratica.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *