Home Attualità “Infermiera killer” colpisce ancora: salgono a 14 gli omicidi
0

“Infermiera killer” colpisce ancora: salgono a 14 gli omicidi

0
0


Salgono a 14 i casi di omicidio di cui si sarebbe macchiata Fausta Bonino, meglio conosciuta come “infermiera killer”. Lo ha rivelato il legale della donna, Cesarina Barghini: “Il pm ha notificato l’avviso dello svolgimento di accertamenti irripetibili sulle salme delle persone decedute ed in questa occasione ho appreso che alla mia assistita è stato attribuito un quattordicesimo decesso”.

 

 

Eparina in dosi letali: così ammazzava le sue vittime

 

La presunta assassina, che avrebbe secondo l’accusa provocato la morte dei suoi pazienti ricoverati presso il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Piombino era stata scarcerata mercoledì scorso. Oggi, su di lei pende anche il caso di un uomo, Sergio Ghini, di 92 anni, che sarebbe scomparso lo scorso gennaio all’improvviso, sempre per un problema di coagulazione (così come avvenuto per le altre morti “sospette”, persone su cui la donna avrebbe praticato iniezioni letali di eparina).

Appena pochi giorni fa, nel corso della trasmissione “Quarto Grado”, intervistata, la Bonino si era dichiarata completamente innocente. “Non sono pazza, sono stata sotto tortura e mi stavano convincendo di essere colpevole, ti fanno il lavaggio di cervello e ti fanno credere quello che vogliono” – aveva detto – “oltre che dire che sono innocente non sapevo cosa dire. Sono nata per fare l’Infermiera e l’ho fatto sempre con passione, chiedete a chi volete. Sono convinta che un serial killer non esiste. Ora ho di nuovo fiducia nella Giustizia. Sono innocente, non sono un mostro”. “Dalla prima volta che siamo andati a questi interrogatori dei NAS hanno provato a farmi dire cose non vere” – aveva aggiunto – “il Capitano mi ha detto che mi poteva aiutare se confessavo. Dopo 6 ore di interrogatorio mi ha fatto sentire sempre colpevole. Anche il sostituto procuratore mi ha fatto sentire fuori di testa. A volte ho dubitato di me, ma erano loro a mettermelo in testa”. La presunta killer ha anche annunciato (“quando sarà finito tutto”) una querela contro il figlio di una paziente che ha raccontato di averla vista fare un’iniezione alla madre che poco dopo è morta.

Ornella d'Anna Giornalista con un’insana passione per carta e penna, racchiude in sé tutte le contraddizioni delle donne: precisina e decisamente impulsiva, sa essere anche dolce (sforzandosi); a volte le piacerebbe tornare ai 15 anni, poi si guarda attorno e si scopre molto innamorata di ciò che ha: un marito stupendo, una figlia da strapazzare di baci e una famiglia fortissima. Adora le sue due gatte, i tramonti greci e la pasta poco cotta… ma odia le “minestre riscaldate”.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *