0

#InQuantoDonna: il 25 Novembre Laura Boldrini porta le donne a Montecitorio

0
0


In occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, per la prima volta la Camera dei Deputati si tinge completamente di quote rosa. Sono 1300 le ospiti invitate da Laura Boldrini il prossimo 25Novembre.

 

 

Garantire l’ascolto ai massimi livelli

 

 

Per il 25 Novembre è prevista una sessione straordinaria a Montecitorio, un po’ perché di sabato il luogo del dibattito della politica italiana non è aperto (tanto meno al pubblico) un po’ perché per la prima volta a sedere sulle poltrone non saranno (solo) politici ma donne.

La presidente della Camera Laura Boldrini, infatti, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne ha organizzato l’evento #InQuantoDonna una sessione speciale di incontri a Montecitorio, dove le donne saranno le uniche protagoniste. Un’iniziativa tutta al femminile: 1300 le invitate all’evento, molte di più della capienza effettiva della Camera, ragion per cui saranno organizzate sale con megaschermi per seguire il dibattito. Tra di loro ci saranno magistrate, esponenti dei centri antiviolenza e associazioni che si occupano di assistenza alle vittime, studiose dei fenomeni legati alla violenza di genere e poi rappresentati delle forze dell’ordine; soprattutto, prenderanno la parole le vittime stesse: “Riempire solo di donne l’aula di Montecitorio ha un significato ben preciso: garantire un ascolto al massimo livello per il dramma che troppo spesso vivono – ha spiegato la presidente Laura Boldrini -. Quelle stesse donne che fanno tanto per la nostra società senza ricevere un adeguato riconoscimento. Affronteremo quegli inaccettabili soprusi quotidiani troppo spesso circondati dal silenzio, finché non si arriva alla tragedia. Sono soprattutto violenze mascherate da amore. È la ragione per cui ci rivolgiamo agli uomini capaci di vero amore”.

Donne vittime si stalking, stupro, cyberbullismo, violenze psicologiche e fisiche che porteranno testimonianza delle loro tragiche esperienze. Un lungo elenco delle relatrici, tra di loro: Serafina Strano, la dottoressa della guardia medica di Trecastagni (CT) tenuta in ostaggio e abusata da un paziente per un’intera notte; Emanuela De Vito, sopravvissuta al tentativo di assassinio da parte del fidanzato il 22 aprile 2005 (l’uomo ora è libero e vive a Reggio Calabria, dove risiede anche lei); ci sarà Concetta Raccuia, la madre di Sara Di Pietrantonio, ragazza prima vittima di stalking e poi uccisa alla periferia di Roma dall’ex fidanzato che ha dato alle fiamme il suo corpo – era il 29 maggio 2016. Ci saranno anche Laura Palladino, presidentessa dell’Associzione Di.Re., rete che riunisce il maggior numero di centri antiviolenza; Maria Monteleone, procuratrice aggiunta che a Roma guida il pool antiviolenza della Procura; il vicequestore Francesca Romana Capaldo, capo della sezione dello Sco – il Servizio centrale operativo che si occupa delle questioni di genere. Interverrà anche Serena Dandini, qui in veste di attivista per i diritti delle donne. In calendario, infine, è previsto un incontro con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *