0

Lady Bitcoin: come investire da donne nella nuova criptovaluta

0
0


Verso la fine dell’anno scorso, sul mercato finanziario è spuntata una nuova valuta: il Bitcoin, nato come risposta al Litecoin, moneta digitale che sta rivoluzionando l’economia mondiale.

In circa 365 giorni la quotazione e l’importanza di queste valute è esplosa. A inizio 2017, un Bitcoin valeva intorno alle 700 sterline, ora 11 mila. Chi ha creduto nella nuova valuta, è diventato ricchissimo!

L’evoluzione della moneta digitale (non regolamentata) sta iniziando a conquistare anche il panorama femminile, tanto che la regina della stessa cripto moneta è proprio una donna: Lady Dadiani. Lei è capace di trasformare un portafoglio virtuale in beni materiali extra lusso, spostandosi in giro per il mondo.

 

 

Dadiani Syndacate, tacco 12 firmato Bitcoin

 

 

La criptovaluta viene considerata ancora troppo complessa dai mercati globali: scambiarla materialmente in milioni di dollari o sterline è complicato; il processo risulta lungo e costoso.

Una donna però semplifica ogni approccio nel settore: Eleena Dadiani. La sua azienda (unica e prima in Europa), la Dadiani Syndicate, lavora sartorialmente, gestendo ogni singola esigenza in base alle opportunità del cliente.

La Dadiani, georgiana di nascita, era una ballerina e cantautrice, divenuta poi broker di merci. Nel 2014 arriva la svolta: investe in una galleria d’arte e inizia a interessarsi alla criptovaluta, il pagamento senza frontiere che circola online, trasferito da un utente all’altro, senza difficoltà e in totale anonimato. Il vantaggio? “Non puoi pagare le tasse su una cosa il cui valore cambia di continuo“, rivela la Dadiani.

Oggi, sono soprattutto le giovani donne cinesi ad andare pazze per i bitcoin. Aprono un conto virtuale di pochi gettoni (che di fatto non si possano toccare dal punto di vista fisico, ma possano andare perduti: per questo vanno conservati in un hard disk esterno lontano dal web) e cominciano a investire. Per fare come loro, occorre informarsi su quali mercati accettino i Bitcoin come pagamento; osservare le oscillazioni di quotazione, usandoli per scambi e compravendite in totale sicurezza. Sul mercato i Bitcoin rappresentano i gettoni d’oro della slot machine, per intenderci, e a onor del vero le donne cinesi sono state antesignane nell’investimento rosa, già abituate com’erano ai pagamenti col cellulare, per i quali basta un click e un collegamento diretto al conto bancario, grazie a We Chat e a un codice a barre, per effettuare pagamenti e transazioni economiche.

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *