0

Sport: e se non proteggesse dall’aumento di peso?

0
0


L’esercizio fisico ha molti risvolti positivi, dalla riduzione del rischio di malattie cardiache fino ad una maggiore efficacia delle cure contro il cancro al seno. Chi pratica sport vive più a lungo e più in salute, eppure svolgere attività sportiva potrebbe non essere la chiave giusta per mantenere il peso forma. A rivelarlo uno studio statunitense.

 

 

Dieta, attività fisica e neuroni. Perdere peso è un processo complicato

 

 

Una recente ricerca dell’Università di Cambridge ha messo in evidenza come l’attività neuronale potrebbe influire sulla non perdita di peso anche se si pratica una particolare dieta. Una ricerca sulle possibili cause che determinano una mancanza della perdita di peso che si aggiunge a quella pubblicata qualche mese fa su PeerJ dall’Università Loyola di Chicago. Dai risultati della Met (Modeling the Epidemiolog Transition Study, ndr), così com’è stata chiamata la ricerca, “l’attività fisica può non proteggere dall’aumento di peso”, ha spiegato Lara R. Dugas -capo ricercatrice.

Durante la Met, i ricercatori hanno seguito 1944 persone tra i 25 e i 40 anni provenienti da diverse parti del mondo: Stati Uniti, Ghana, Giamaica, Sudafrica e Seychelles. Per controllare il livello di attività fisica è stato chiesto ai soggetti di indossare un accelerometro per una settimana così da poter misurare alcuni valori come peso, altezza e grasso corporeo all’inizio della ricerca e in seguito dopo 1 e 2 anni. I dati hanno, quindi, messo in evidenza che i ghanesi sono quelli con un peso inferiore e più in forma, mentre gli americani risultano avere maggiori problemi legati ai chili di troppo.

Quello che però ha sorpreso di più gli studiosi è che tra i diversi soggetti l’aumento di peso è maggiore tra coloro che risultano idonei alle linee guida per l’attività fisica. Cosa vuol dire questo? Per esempio, che gli americani che hanno aderito risultano aver assunto peso, mentre quelli che non rientravano nei criteri risultavano averlo perso. Questo ha portato a pensare secondo gli studiosi che altri fattori, oltre all’attività fisica, tra cui la dieta, giochino un ruolo cruciale nel mantenimento della perdita di peso.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *