0

Per le donne con il diabete la caffeina riduce i rischi di morte

0
0


Caffè o caffeina da tè per donne con i diabete per ridurre il rischio di morte dovuto alla malattia. Per gli uomini, invece, questa associazione non ha riscontrato gli stessi benefici.

 

 

Almeno due tazze di caffè al giorno per ridurre i rischi

 

 

Più dell’80% della popolazione mondiale adulta consuma ogni giorno caffeina e in questi anni diversi studi hanno già dimostrato gli effetti positivi del caffè rispetto al rischio di morte per diverse cause. Poco si sapeva, però, su un eventuale effetto positivo della caffeina sulla mortalità delle persone con diabete.

Ci ha pensato l’Università di Porto in Portogallo che, al congresso dell’Associazione europea per lo studio del diabete, ha presentato uno studio a riguardo. La ricerca ha preso in considerazione un campione di 3mila persone affette da diabete dal 1999 al 2010: i risultati hanno mostrato che le donne diabetiche che consumavano fino a 100 mg di caffeina al giorno  avevano il 51% di possibilità in meno di morire rispetto alle donne con diabete che non consumavano caffè. Inoltre, con un consumo di caffeina tra i 100 e i 200 mg al giorno il rischio di morte è minore del 57% e con più di 200 mg il rischio si riduce ancora di più arrivando al 66%.

I ricercatori hanno inoltre rilevato che gli effetti positivi della caffeina dipendevano anche dalla fonte, ovvero: gli alti livelli di consumo di caffeina da caffè sono associati ad un minor rischio di morte per tutte le cause, in particolare per le malattie cardiovascolari, mentre al consumo di caffeina da tè è associata una minore probabilità di morire per cancro.

Quindi, la caffeina riduce il rischio di morte nelle donne affette da diabete, ma lo stesso non si può dire per gli uomini. Infatti i riscontri sul campione maschile della ricerca non ha evidenziato gli stessi benefici. “Il nostro studio osservazionale può solo suggerire la possibilità di un effetto protettivo della caffeina”, hanno precisato i ricercatori alla presentazione e ulteriori conferme sono necessarie.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *