0

L’era del bio. Anche il beauty si fa “green”

0
0


È boom di biologico. Dopo cibo, ambiente e persino vacanze tocca alla bellezza prendersi la sua scena nel mondo del green. Uala.it, uno dei più importanti siti italiani dedicati al mondo beauty che raccoglie i migliori saloni di hairstyling ed estetica, ha registrato tra il 2015 e il 2016 un aumento del 60% per quanto riguarda i trattamenti bio. L’analisi è stata realizzata confrontando le prenotazioni effettuate nei primi sei mesi del 2015 con quelle dello stesso periodo dell’anno corrente e ne è risultato un aumento delle richieste per trattamenti bio, un incremento questo che ha determinato una decrescita dei prezzi che si stanno abbassando proprio a fronte di una sempre maggiore richiesta.

 

 

I trattamenti bio più richiesti

 

 

Ma le italiane quali trattamenti biologici preferiscono? Sempre secondo Uala.it, per quanto riguarda la cura del corpo si fanno sempre più richieste le manicure o pedicure con prodotti a base di estratti biodinamici e smalti vegani, per i trattamenti anti-age sono preferiti prodotti con ingredienti naturali come la mora artica, il ginseng e il ginkgo biloba, ottimi per ritrovare luminosità e splendore delle pelle. Dal corpo passando ai capelli, che tutte vogliono setosi e lucenti, mai sciupati e disidratati. Ragion per cui in un numero sempre maggiore di saloni utilizzano per la “piega bio” dispositivi elettrici eco-friendly e per la cura prodotti fatti di aromi profumati e privi di nichel, cromo e cobalto, regalando alle clienti anche un vero e proprio momento di relax. Anche per il colore si richiedono prodotti naturali al 100%, privi quindi di ammoniaca, che hanno il doppio vantaggio di non irritare il cuoio capelluto e rispettare ambiente ed animali. “Da qualche anno a questa parte sono sempre più i saloni di bellezza che si stanno interrogando su cosa veramente si aspetti chi desidera impattare meno sul Pianeta – ha commentanto Alessandro Bruzzi, CEO di Uala –. Se anni fa le donne che non riuscendo a trovare una risposta adeguata alla propria domanda preferivano ricorrere al fai da te erano davvero tantissime, la nostra indagine dimostra che oggi gli sforzi fatti dai saloni in questa direzione stanno portando a risultati ottimali anche in termini di offerta e il tutto senza impatti sostanziali sui prezzi”.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *