Home Attualità #LikeAGirl, se lo sport è un affare da ragazze
0

#LikeAGirl, se lo sport è un affare da ragazze

0
0


Non esiste uno sport che non sia adatto alle ragazze. È questo il messaggio del nuovo capitolo della campagna #LikeAGirl promossa dall’azienda di prodotti femminili Always (rappresentata in Italia da Lines, ndr). Una campagna che l’azienda porta avanti da anni e il cui scopo è quello di contribuire ad accrescere la fiducia delle ragazze in se stesse nel periodo della pubertà, momento in cui l’autostima raggiunge livelli anche molto bassi. Dopo l’ultimo “video messaggio” incentrato sulle nuove tecnologie e in particolare sulle amatissime emoji ritenute sessiste, l’azienda torna con nuovo video e questa volta sceglie lo sport, perché “le ragazze meritano di praticare qualsiasi sport decidano di praticare”.

 

Dicevano che avrei dovuto fare la commessa

 

Nel video, che dura un minuto esatto, ad intervenire sono le ragazze, ancora una volta le sole protagoniste, bambine che si stanno affacciando al mondo dell’adolescenza e che raccontano in una frase le loro storie e il loro rapporto con lo sport; “I ragazzi mi dicevano che non potevo giocare a rugby perché sono una ragazza” o “dicevano che avrei dovuto fare la commessa”, frasi sessiste come spesso se ne sentono nel mondo dello sport ma che non hanno fermato queste determinate atlete. Secondo un sondaggio condotto dall’azienda stessa su oltre mille donne americane, la metà ha ammesso di aver lasciato lo sport che amavano dopo la fine della pubertà, mentre sette donne su dieci hanno abbandonato lo sport perché si sentivano emarginate. Ad un mese esatto dall’inizio dei Giochi Olimpici di Rio, non è un caso quindi che il nuovo capitolo di #LikeAGirl sia stato rilasciato proprio ora – tanto che come si noterà ad inizio video il comitato Olimpico ne è diventato partner – l’obiettivo questa volta è incoraggiare le bambine e ragazze a dedicare tempo allo sport perché, al di là delle limitative distinzioni di genere, “gli sport stimolano la fiducia in se stesse.

Anna Peluso Nolana di nascita, romana di adozione. Ingorda di serie TV, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Ama viaggiare ma i posti che ha conosciuto sono sempre troppo pochi. Sta meglio in acqua che sulla terraferma. Un giorno spera di fare della scrittura il suo lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *