0

Lilli Gruber: 60 anni al top per la regina del giornalismo Tv

0
0


Ha compiuto da poco sessant’anni la rossa giornalista che negli anni si è divisa tra scrivania e politica internazionale, approdando perfino alla scrittura. Lilli Gruber, inviata prima in Austria, poi in Germania, luogo da cui racconta in diretta della caduta del Muro di Berlino, corrispondente dall’ex Jugoslavia, ha annunciato eventi memorabili della nostra storia quali il crollo delle Torri Gemelle, la guerra del Golfo, il conflitto in Iraq e in Afghanistan, fino a commentare i viaggi del Papa. Appassionata di notizie, è arrivata perfino a “metterci la faccia” per amor di Paese. Nel 2004 si è candidata infatti tra le fila della coalizione Uniti nell’Ulivo, per il Parlamento europeo. Eletta con ben un milione e centomila preferenze, a Strasburgo diventa presidente della Delegazione per le relazioni con gli Stati del Golfo, lavorando con costanza e grandi risultati.

 

 

Lilli Gruber, dal giornalismo alla politica, 60 candeline e innumerevoli successi

 

 

E’ una donna che non conosce battute d’arresto nel lavoro così come nella vita privata. Il giornalismo è la sua più grande passione, tanto che nel 2008 decide di rinunciare al seggio europeo, tornando al timone della trasmissione Otto e Mezzo su La7, che ancora oggi conduce.

Nel 2014 dopo anni di trincea viene colta da un malore improvviso che le impone il riposo forzato per un mese. Segue il ritorno in video con una frase che la dice lunga sulla sua forza e determinazione: “Il mio lavoro mi appassiona tanto e capita che esageri. Lo dico a tutte le donne che fanno il triplo, quadruplo lavoro: ascoltatevi e delegate un po’ di più, soprattutto ai vostri uomini. Noi abbiamo un dovere nei confronti del nostro corpo, dobbiamo rispettarlo e non pensare che possiamo abusare”.

Definita sempre politically correct, la Gruber è un pezzo da novanta del giornalismo italiano, bersagliata dagli imitatori per la sua posa plastica. Professionista di classe, dal pensiero costruttivo, dotata di grande personalità, incarna lo spirito al femminile a 360 gradi.

 

 

 

Pina Stendardo Collaboratrice freelance presso diverse testate giornalistiche on line, insegue la cultura come meta cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Amante del cinema e della poesia, nel tempo libero si dedica alla recitazione. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *