0

Mai Più Violenza Infinita: dalla parte delle donne, contro gli abusi

0
0


Le storie di donne che subiscono violenza sono numerose e in crescente aumento: si va dalle minacce, scritte o verbali, fino a degenerare a volte in aggressione fisica o addirittura omicidio. Stesso discorso per gli atti di violenza contro minori e stranieri.
L’associazione Mai Più Violenza Infinita (MPVI) nasce con l’intento di prevenire e combattere ogni tipo di violenza sociale, attraverso la promozione di una cultura del rispetto nelle scuole, con il progetto “Rieduchiamo la Cultura: dalla scuola alla vita”, e la collaborazione con istituzioni e altre associazioni per assicurarne la diffusione, perché la violenza non conosce età, estrazione sociale, nazionalità.
LadyO ha intervistato il presidente, la dott.ssa Virginia Ciaravolo, psicoterapeuta e criminologa, da tempo impegnata in attività di ricerca e sensibilizzazione, con competenza e passione.

 

Qual è la situazione in Italia, al di là delle tante campagne mediatiche che si fanno, delle “belle parole” che spendono tutti (politici e non) contro la violenza di genere?
La situazione italiana continua ad essere drammatica, anche se gli ultimi dati Istat ci confortano sui numeri dei femminicidi nel nostro paese. Il dato positivo e’ che grazie alla campagna di sensibilizzazione, il numero delle denunce e’ aumentato. Permane ancora una problematica riguardo l’applicazione delle leggi a riguardo. Molte sono le azioni ancora da compiere, tanti i fattori da prendere in considerazione, noi associazioni ce la stiamo mettendo tutta, anche per sopperire ad uno Stato ancora latitante sulla questione.

 

Quante sono in percentuale le donne che denunciano e che riescono ad uscire dal silenzio?
Sempre secondo i dati Istat 2015 siamo passati da un 6,7% ad un 11,8%, anche se purtroppo non sono tutti rose e fiori, si è aggravata la tipologia di violenza che è diventata più aggressiva e sadica.

 

Ci sono progetti in fieri per sensibilizzare sulla violenza di genere?
L’associazione Mai più violenza infinita è instancabile nei suoi progetti di sensibilizzazione in tutta Italia ed all’estero. Il 16 gennaio 2016 al Teatro Costanzo Mattiello di Pompei un evento che raccoglierà i maggiori esperti italiani, dal Generale Garofano, la Senatrice Puppato, dal Procutratore Troncone, al Capo antimafia Manfredi e molti altri che parleranno e si confronteranno in una tavola rotonda dal titolo: violenza di genere e violenza assistita…due facce di una stessa medaglia.

 

L’associazione, di recente, si è occupata anche di un importante progetto in Kenia, ce ne parla?
L’associazione ha inaugurato il 6 gennaio 2016 una scuola a Watamu in Kenia, la nostra politica è quella della prevenzione, quindi puntiamo tutto sulla cultura. Il nostro slogan da sempre è: la violenza è assenza di vocabolario. La missione keniota non è che l’ultima di una serie di iniziative che svolgiamo puntando sui bambini e gli adolescenti.

 

Per saperne di più e conoscere i progetti e gli eventi organizzati dall’associazione segnaliamo il sito internet www.maipiuviolenzainfinita.it

Luisa Minichiello Ironica, tenace, poliedrica. Con uno sguardo sempre volto a osservare ogni cosa da una diversa prospettiva, suggerita dalla sua perenne curiosità di riuscire a vedere oltre ciò che appare. Ama il Giappone, la lettura, la buona musica, gli occhi che hanno qualcosa da raccontare. Appassionata di psicodinamica e di grafologia. Ha maturato una propensione all’approfondimento di tematiche inerenti la criminologia e il diritto penale.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *